Supplenze e fase C: se ne parlerà al Miur il 18 novembre

WhatsApp
Telegram

La data non è certo tempestiva, dal momento che il 20 novembre si conclude la procedura di accettazione/rifiuto della proposta di nomina a tempo indeterminato per la fase C.

La data non è certo tempestiva, dal momento che il 20 novembre si conclude la procedura di accettazione/rifiuto della proposta di nomina a tempo indeterminato per la fase C.

In ogni caso le accettazioni si susseguono senza posa, e questo è un dato positivo. Tuttavia rimangono ancora dei nodi da sciogliere, soprattutto per coloro che richiedono di lasciare la supplenza al 30 giugno (o perchè su spezzone, o perchè in provincia diversa, o su sede meno comoda, o per altre ragioni personali) per assumere servizio sul posto di ruolo. Ne abbiamo parlato in Assunzioni fase C. Si può lasciare la supplenza per prendere il ruolo, ma l'ultima parola spetta all'Ufficio Scolastico

Sembra essere più lineare invece la possibilità di richiedere l'aspettativa da parte di coloro che lavorano nelle scuole paritarie, come confermato dall'Ufficio Scolastico di Milano. Immissioni in ruolo Fase C: presa di servizio differita anche per chi lavora nelle paritarie

I docenti chiedono invece notizie certe sulla modalità di comunicazione di essere impegnati su supplenza fino al 30 giugno, come sarà gestita la fase di perfezionamento del contratto, quali passi seguire.

Tutte indicazioni che il Miur avrebbe dovuto fornire fin dal 10 novembre.

Lo speciale di OrizzonteScuola.it sulla fase C delle immissioni in ruolo

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro