Supplenze, docenti di ruolo possono accettare solo spezzoni fino a 6 ore

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Supplenze a.s. 2019/20: a chi va assegnato uno spezzone di 11 ore, che non ha concorso a formare cattedra e per il quale non risultano docenti in graduatoria? 

Un nostro lettore scrive

Se c’è uno spezzone di 11 ore tornato alla scuola, ed io l’unico docente di ruolo ed abilitato sulla classe di concorso ha fatto precedentemente la richiesta delle ore aggiuntive, queste 11 ore possono essere affidate ad un docente non specializzato convocato con MAD? O prima devono darmi le 6 ore richieste precedentemente? Spero di esser stato chiaro, resto a disposizione per ulteriori. Grazie mille! 

Al nostro collega “non va giù” che lo spezzone possa essere assegnato al docente reclutato tramite MAD, senza abilitazione, e non a lui che è abilitato per la classe di concorso in oggetto.

Va detto però che lo spezzone di cui si parla – 11 ore  – non rientra tra quelli che è possibile assegnare ai docenti in servizio nella scuola (di ruolo e precari) come ore aggiuntive.

Tali spezzoni infatti sono unicamente quelli pari o inferiori a 6 ore che, dopo le convocazioni da parte dell’Ufficio Scolastico e prima delle nomine da graduatorie di istituto, vengono offerti ai docenti già interni alla scuola.

A tal proposito si rammenta infatti la  Nota MPI prot. n. AOODGPER 18329 del 25/09/2007 che al punto 3 specifica:
Assegnazione di spezzoni fino a sei ore al personale interno. Confermando quanto già chiarito con tutte le precedenti circolari sull’argomento, si ribadisce che tutto quanto detto va riferito agli “spezzoni” in quanto tali e non a quelli che potrebbero scaturire dalla frantumazione di posti o cattedre”.

Dunque non è possibile frantumare uno spezzone più grande per formarne due e attribuire le ore ai docenti interni. Lo spezzone da 11 ore, se non assegnato dall’ufficio Scolastico, va assegnato tramite lo scorrimento delle graduatorie di istituto – anche viciniori  – ed eventualmente tramite MAD.

E’ dunque corretto il procedimento che ci descrive il collega, in quanto tale spezzone non rientra nella categoria “spezzoni pari o inferiore a 6 ore”. Nella mail non viene specificato se la richiesta avanzata dal docente sia avvenuta in seguito ad apposita circolare della Dirigenza, come è corretto che avvenga per la richiesta di attribuzione di ore aggiuntive, o come iniziativa personale.

Spezzoni pari o inferiori a 6 ore, a chi si assegnano e fino a quando vanno retribuiti

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione