Supplenze docenti 2023 da algoritmo: si potrà rinunciare prima delle nomine se non più interessati. Si aiutano i colleghi

WhatsApp
Telegram

Supplenze docenti anno scolastico 2023/24: l’ordine di nomina interesserà, come sempre, prima le GaE se ancora esistenti per la specifica classe di concorso e provincia e poi le GPS prima fascia, elenco aggiuntivo e seconda fascia. Dopo le numerose problematiche del 2022/23 il Ministero, insieme ai sindacati, sta pensando come rendere più efficiente la procedura informatizzata.

A parte alcune modifiche che hanno l’obiettivo di sanare alcune problematiche riconosciute come errori o comunque tali da inficiare la possibilità di avere una nomina completa, insistiamo nel dire che il problema dei problemi rimane quello di conoscere le disponibilità al momento di presentazione della domanda.

In caso contrario le domande per assurdo potrebbero essere presentate al buio anche a giugno.

Nè può essere condivisibile l’idea di rinviare la compilazione della domanda a settembre perchè non è detto che ai primi giorni del nuovo anno scolastico tutti gli Uffici Scolastici abbiano completato le operazioni e quindi si rischia di far saltare i contratti dal 1° settembre per non portare comunque a casa nessun risultato. Per questo riteniamo che allo stato attuale l’ipotesi di presentazione delle domande a giugno o settembre sia una provocazione per dire che è necessario operare a disponibilità complete.

Il Ministero, nel rappresentare ai sindacati la difficoltà di operare con immissioni in ruolo, assegnazioni provvisorie e supplenze in un breve arco di tempo, ha assicurato ai sindacati che anche dopo la presentazione della domanda si potrà rinunciare, non partecipando così al giro dell’algoritmo.

Naturalmente un’operazione del genere, per l’aspirante, ha un costo elevato perchè è come se non si presentasse la domanda e non si partecipasse all’attribuzione delle supplenze al 31 agosto e 30 giugno 2024 da GaE o GPS. Dunque una sanzione per un anno scolastico, la stessa alla quale si va incontro in base all’OM n. 112 del 6 maggio 2022 se si viene nominati e si rinuncia prima della presa di servizio.

Per chi produce vantaggio la “rinuncia preventiva”

Esclusivamente per i colleghi in graduatoria, perchè in questo caso il posto viene mantenuto in quel giro di algoritmo e potrà essere assegnato ad un altro docente che lo ha scelto. Se invece la rinuncia è successiva alla nomina il posto liberato diventa “disponibilità sopravvenuta” e partecipa solo al successivo giro di algoritmo.

La consulenza

È possibile richiedere consulenza all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

È possibile seguire gli aggiornamenti tramite il tag Graduatorie di istituto e Supplenze

WhatsApp
Telegram

Concorso Insegnanti di Religione Cattolica. Scegli il corso specifico di Eurosofia con esempi di unità didattiche. Guarda la demo