Supplenze docenti, nel 2023/24 ci sarà ancora l’algoritmo e la scelta delle 150 preferenze

WhatsApp
Telegram

Supplenze docenti: gli Uffici Scolastici hanno completato o stanno per completare le operazioni di loro competenza, ossia l’assegnazione dei posti vacanti e disponibili entro il 31 dicembre 2022. Pur non perdendo la speranza per quest’anno scolastico, anche se i posti disponibili dopo il 31 dicembre vanno conferiti con durata max l’ultimo giorno di lezione, lo sguardo è rivolto anche al prossimo anno scolastico.

Non si può cambiare provincia

Gli aspiranti già inseriti nelle GPS compilate per il biennio 2022/24 non potranno cambiare provincia.

Come potranno cambiare i punteggi e le posizioni

Questo non vuol dire che non ci saranno modifiche rispetto agli elenchi del 2022/23, anzi! Giornalmente gli Uffici Scolastici pubblicano decreti di esclusione dei candidati per mancanza del titolo di accesso oppure convalida o rettifica dei punteggio.

Tutte queste modifiche andranno a confluire nelle GPS aggiornate per il 2023/24 (naturalmente non si potranno aggiungere nuovi punteggi) e di conseguenza anche la posizione di ciascuno potrebbe cambiare.

Un altro cambiamento potrà essere indotto dalla migrazione dei colleghi agli elenchi aggiuntivi di prima fascia.

Non ci saranno nuovi inserimenti in seconda fascia, ma si creerà l’elenco aggiuntivo alla prima fascia GPS

Impossibili nuovi inserimenti in seconda fascia GPS, l’unica modifica sarà la creazione degli elenchi aggiuntivi alla prima fascia. In essi confluiranno coloro che grazie all’abilitazione e/o specializzazione sostegno conseguita potranno passare dalla seconda fascia all’elenco aggiuntivo più coloro che si inseriranno per la prima volta nell’elenco aggiuntivo senza essere iscritti alla seconda.

Graduatorie GPS, elenchi aggiuntivi a.s. 2023/24: chi può inserirsi, come e quando

e

Risposte ai quesiti su elenchi aggiuntivi alla prima fascia GPS

Si sceglieranno di nuovo le max 150 scuole

Ne abbiamo parlato in Supplenze da GPS, il prossimo anno le 150 preferenze si potranno cambiare. Valgono solo per il 2022/23

e in tanti ci avete chiesto “Ma allora ci sarà ancora l’algoritmo?” “non avevano deciso di eliminarlo per ritornare alle convocazioni in presenza” “a cosa è servito protestare per le mancate supplenze”

Andiamo per ordine:

  • L’algoritmo, ossia la procedura informatizzata per l’attribuzione delle supplenze al 31 agosto e 30 giugno da GaE e GPS è inserito nell’OM n. 112 del 6 maggio 2022.
  • Ministero e sindacati si sono incontrati più volte negli scorsi mesi non per eliminare l’algoritmo in sè ma per migliorarne la funzionalità ed eliminare errori palesi e incongruenze che rendono non oggettivo il meccanismo. Non abbiamo ancora un riscontro concreto delle migliorìe che saranno apportate. Dal nostro punto di vista il primo e più grande passo avanti deve essere quello di permettere la scelta delle preferenze alla luce del quadro quanto più completo possibile delle disponibilità.

Si tratta di una situazione complessa, per la quale sono in corso anche ricorsi, perchè dal funzionamento dell’algoritmo deriva spesso la possibilità non solo di lavorare o meno ma anche di ambire alla cattedra più desiderata dal punto di vista professionale o per comodità individuale.

Molto dipende anche dal numero di cattedre che saranno disponibili. Se sarà un anno ricco di immissioni in ruolo, con conseguente diminuzione delle cattedre al 31 agosto, la pressione calerà e anche per gli uffici Scolastici sarà più facile gestire il meccanismo.

Il tutto però va pensato per tempo, per evitare – come accaduto quest’anno – che si assegnino ancora supplenze alla fine del primo trimestre.

La consulenza

È possibile richiedere consulenza all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

È possibile seguire gli aggiornamenti tramite il tag Graduatorie di istituto e Supplenze

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur