Supplenze docenti 2023/2024, caos a Cremona e Crema: “Algoritmo ha assegnato solo i posti di sostegno. Le cattedre di lettere sono tutte vuote!”

WhatsApp
Telegram

Sono giorni di grande tensione per i tantissimi docenti che attendono la nomina di supplenza dopo aver inoltrato la domanda il mese scorso. Ma i problemi tecnici non mancano. Problemi che possono compromettere l’andamento generale delle assegnazioni.

Alla nostra redazione è stato segnalato un caso per le province di Crema e Cremona. Un’insegnante di lettere di scuola secondaria di primo grado racconta come le convocazioni per le supplenze al momento abbiano “ignorato” le cattedre di lettere e altre classi di concorso dice la nostra lettrice con l’algoritmo che ha assegnato i posti solo al sostegno.

“Tutti i posti delle cattedre di lettere (italiano, storia e geografia, classe di concorso A22) – racconta alla nostra redazione la lettrice – sono stati accantonati per eventuali scorrimenti da concorsi quindi non sono state prese in considerazione. L’algoritmo ha considerato solo le scelte su sostegno bai passando le cattedre di lettere messe come prima scelta”.

Pertanto, “oggi, gli insegnanti sono stati assegnati a cattedre di sostegno e le cattedre di lettere sono vuote!

Inoltre, “hanno ricevuto alcune assegnazioni su spezzone docenti con 49 punti mentre insegnanti che si trovano in alte posizioni nelle graduatorie sono finiti su cattedre di sostegno“.

Sono già stati avvisati i sindacati che hanno consigliato di non firmare i contratti fino alla scadenza del tempo messo a disposizione (4 settembre). In questo momento ci sono flotte di docenti arrabbiati davanti al provveditorato di Cremona“, conclude la docente.

Precisazione da parte della redazione: bisogna tener conto di due circostanze. La docente nomina in maniera indistinta “cattedra accantonate per eventuali scorrimenti dei concorsi”, ma va distinto se si tratta di concorso ordinario o concorso straordinario bis.

Nel primo caso infatti una nomina in surroga disposta dopo il 31 agosto, non comporta la presa di servizio ma la nomina giuridica per cui il posto va comunque a supplenza al 31 agosto e sarebbe stato corretto inserirlo fin dal primo turno di algoritmo.

Se invece si tratta di cattedre che dovranno essere assegnate ai vincitori del concorso straordinario bis, le cui nomine sono in ritardo, condividiamo l’accantonamento perchè le nomine potranno essere disposte nel corso dell’anno scolastico e in questo caso la presa di servizio del vincitore è immediata. Se la nomina non dovesse avvenire prima dell’avvio delle lezioni, il posto potrà essere assegnato da graduatoria di istituto con clausola risolutiva in attesa del vincitore della procedura concorsuale.

Abbiamo spiegato in questo articolo le differenze che si generano nelle immissioni in ruolo disposte dopo il 31 agosto

Immissioni in ruolo docenti 2023, ci saranno ancora nomine dopo il 31 agosto: quando si prenderà servizio. Quale la decorrenza dell’assunzione

Ci auguriamo pertanto che l’Ufficio Scolastico abbia fatto chiarezza su queste distinte circostanze. Non condividiamo – ma è un nostro parere – l’invito a non firmare la presa di servizio perché dal punto di vista formale si tratterebbe di rinuncia esplicita alla nomina conferita, con le conseguenze indicate nell’OM n. 112 del 6 maggio 2022. Piuttosto ci auguriamo che prima della presa di servizio siano forniti agli interessati i chiarimenti richiesti.

Supplenze da GaE e GPS 2023-24, i bollettini aggiornati

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri