Supplenze docenti 2021/22, domani la circolare. Rinuncia e assenza alla convocazione, indicazioni anche per la MAD

Stampa

Supplenze anno scolastico 2021/22: previsto per domani un nuovo incontro tra Ministero e sindacati, per illustrare l’annuale circolare sul conferimento delle nomine. Si tratta di un adempimento per necessario per regolamentare l’attribuzione degli incarichi, dalle gaE, dalle GPS e dalle graduatorie di istituto.

Cosa sarà previsto nella circolare sulla supplenze

Essa farà riferimento all’OM n. 60/2020, con la quale è stata  ridisciplinata l’intera materia relativa al conferimento delle supplenze.

le supplenze dell’anno scolastico 2021/22 potranno essere

  1. annuali da assegnare con termine al 31 agosto
  2. fino al termine delle attività didattiche 30 giugno
  3.  temporanee per ogni altra necessità diversa dai casi precedenti, con termine all’ultimo giorno di effettiva permanenza delle esigenze di servizio (max ultimo giorno di lezione, stabilito dal calendario regionale)

Graduatorie ripubblicate per l’anno scolastico 2021/22

Durante l’incontro di oggi il Ministero ha comunicato che le GPS saranno ripubblicate, ma non ha indicato una data. Pertanto, dato che le istanze per la presentazione della domanda di supplenza da parte degli aspiranti inseriti in GPS si aprirà il 5 agosto, presumibilmente in molte province non saranno state ancora ripubblicate.

Rinuncia o assenza alla convocazione

In base all’OM n. 60/2020 la rinuncia o l’assenza alla convocazione comporta la perdita della possibilità di conseguire supplenza sulla base delle GAE e delle GPS a seconda della graduatoria interessata dalla convocazione per il relativo insegnamento.

La rinuncia dagli elenchi GAE per il sostegno consente di accettare altra nomina dalla medesima GAE per posto comune.

Le MAD domande di messa a disposizione

Una delle parti più attese della circolare per l’anno scolastico 2021/22 riguarda la regolamentazione della cosiddetta MAD domanda di messa a disposizione.

Lo scorso anno infatti la circolare stabiliva “Le domande di messa a disposizione devono essere presentate esclusivamente dai docenti
che non risultino iscritti in alcuna graduatoria provinciale e di istituto e possono essere presentate per una provincia da dichiarare espressamente nell’istanza.

Qualora pervengano più istanze, i dirigenti scolastici daranno precedenza ai docenti abilitati e ai docenti specializzati.

POsto che sulla precedenza a docenti abilitati e specializzati non c’è alcun dubbio, perchè già indicato nel Decreto 51 del 3 marzo 2021, che ha regolamentato la costituzione degli elenchi aggiuntivi alla prima fascia GPS, rimane da capire se la domanda di messa a disposizione sarà possibile in altre province anche per chi è inserito in GPS.

Lo scorso anno infatti, a novembre, il Ministero ha dovuto fare dietrofront rispetto alle indicazioni della circolare, poiché i Dirigenti Scolastici avevano difficoltà a trovare personale e quindi la norma è stata derogata, esclusivamente per l’anno scolastico 2020/21.

Da capire come ci si regolerà per l’anno scolastico 2021/22.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione