Supplenze, docente tenuto a svolgere anno di prova non può usufruire dell’art. 36. Le scuole devono controllare. Nota chiarimenti

WhatsApp
Telegram

Avviso di chiarimenti dall’Ufficio scolastico di Perugia in merito all’assegnazione delle supplenze nell’anno scolastico 2023-24 e in particolare ai docenti tenuti a svolgere l’anno di prova.

L’art. 3, comma 3 del D.M. n. 138 del 13.07.2023 relativo alle immissioni in ruolo 2023-24 ha stabilito che “…Il docente tenuto allo svolgimento dell’anno di prova non può accettare il conferimento di nomine a tempo determinato.”

Pertanto, i docenti che nell’a.s. 2023/2024 dovranno svolgere l’anno di prova non potranno usufruire dell’aspettativa ex art. 36 CCNL 2006-2009 per accettare un incarico di supplenza.

Onde evitare di dover operare rettifiche sulle attribuzioni delle supplenze, con conseguenze negative sul buon avvio dell’anno scolastico e sul corretto scorrimento delle graduatorie, l’USP di Perugia invita tutti gli aspiranti presenti a regolarizzare le proprie domande di supplenza in base a quanto chiarito con la nota, per evitare di risultare assegnatari di incarichi che non potrebbero accettare.

La nota invita le istituzioni scolastiche ad effettuare i dovuti controlli, sia in sede di concessione dell’aspettativa ex art. 36 CCNL 2006-2009, sia in sede di stipula del contratto di supplenza, onde evitare di effettuare concessioni o stipulare contratti non spettanti.

Nota chiarimenti USP Perugia

Ne abbiamo parlato ampiamente in Immissioni in ruolo 2023: se il docente dovrà svolgere anno di prova non potrà accettare supplenze con art. 36

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri