Supplenze: differimento presa servizio, aspettative e congedi. Quando è possibile fruirli

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Supplenze: differimento presa di servizio, quando è possibile. Aspettative e congedi

Circolare supplenze

Il Miur, con la circolare n. 38905 del 28/08/2019, ha fornito indicazioni in merito all’attribuzione delle supplenze per l’anno scolastico 2019/20.

Ne abbiamo parlato in linea generale in Supplenze 2019/20, ecco circolare Miur: diplomati magistrale, sostegno, continuità didattica, priorità 104, ITP. [Anteprima]

Scarica la circolare sulle supplenze

Differimento presa di servizio

La circolare prevede che anche il personale docente a tempo determinato possa differire la presa di servizio:

E’ inoltre estesa al personale a tempo determinato la possibilità di differire la presa di servizio per i casi contemplati dalla normativa

Tra le cause di differimento vengono citate le seguenti:

  • maternità;
  • malattia;
  • infortunio.

Aspettativa e congedo

Il personale docente a tempo determinato, come anche quello a tempo indeterminato, ha facoltà di fruire degli istituti di aspettativa e congedo.

La citata facoltà si può esercitare a condizione che:

  • avvenga la stipula del contratto;
  • la sottoscrizione del contratto sia perfezionata dal Dirigente scolastico attraverso le funzioni del sistema informativo.

Una volta perfezionato il rapporto di lavoro, i suddetti istituti sono immediatamente fruibili.

Ricordiamo quali sono:

  • congedo di maternità
  • congedo parentale
  • aspettativa non retribuita per motivi di studio, di famiglia, personali e di lavoro

A quanto detto sopra aggiungiamo:

  • permessi non retribuiti, per la partecipazione a concorsi od esami, nel limite di otto giorni complessivi per anno scolastico
  • permessi non retribuiti, fino ad un massimo di sei giorni, per motivi personali e familiari
  • congedo retribuito per matrimonio (15 giorni)
  • permesso retribuito per lutto (3 giorni)
Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione