Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Supplenze. Decesso del titolare: quando si proroga il contratto al docente già in servizio

Stampa

Che differenza c’è se un posto si rende vacante prima e dopo il 31/12? In quali casi spetta la proroga della supplenza al docente già in servizio?

Sarah scrive

sono una docente precaria di 3 fascia e stavo lavorando da più di un anno con contratti a proroga sostituendo una docente in malattia. Purtroppo la povera docente è deceduta. Il mio contratto e’ scaduto il 22 dicembre e lo avrebbero riaperto il 7 gennaio. Ma adesso che la poverina è deceduta, che si fa?? Ho ancora diritto io per continuità didattica ?

Posto vacante prima del 31/12

Tutti i posti che si rendono vacanti o disponibili entro il 31/12 sono di competenza dell’ATP, pertanto la scuola, verificata la disponibilità del posto, deve obbligatoriamente “restituirlo” all’ufficio scolastico territoriale il quale lo dovrà assegnare dalle graduatorie ad esaurimento (es. dottorato di ricerca concesso per tutto l’anno al docente titolare: scadenza della supplenza 30/6).

Giova a tal proposito ricordare che la data del 31/12 si riferisce alla data ultima in cui è possibile che si verifichi la disponibilità del posto, a nulla rilevando quando arriva la comunicazione all’ufficio scolastico o se ci troviamo in un periodo di sospensione delle lezioni.

Posto vacante dopo il 31/12

Tutti i posti che si rendono vacanti o disponibili dopo il 31/12, per qualsiasi causa (cioè decesso del titolare o aspettativa di qualsiasi tipologia richiesta fino al termine dell’anno scolastico), deve essere assegnato direttamente dal Dirigente attraverso lo scorrimento della graduatoria di istituto. Attenzione: in questo caso la supplenza non è assegnata direttamente fino al 30/6 ma fino al termine delle lezioni (“ultimo giorno di effettiva permanenza delle esigenze di servizio”, art. 1 comma 7).

Nel caso sul posto ci sia già un supplente a questi va conferita la proroga della supplenza per continuità didattica.

Conclusioni

Nel caso di Sarah il decesso del collega che ha reso il posto vacante è avvenuto prima del 31/12.

In tali casi, quindi, non è possibile far valere la continuità didattica come accade per le supplenze brevi o per i posti resosi disponibili dopo il 31/12.

La supplenza ritorna di competenza dell’ATP e solo in caso di esaurimento della relativa graduatoria si restituisce il posto alla scuola che lo assegnerà  fino al 31/8.

Non è quindi possibile prorogare la supplenza al docente già in servizio.

Stampa
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!