Supplenze da MAD, precedenza ad abilitati e specializzati e ad insegnanti con titolo di accesso alle GPS

WhatsApp
Telegram

Supplenze anno scolastico 2021/22: anche quest’anno le scuole devono fare riferimento alle MAD, le domande di messa a disposizione presentate dai docenti, sia se iscritti in GPS sia fuori graduatoria. In quest’ultimo caso si pone il problema dei requisiti di accesso.

E’ possibile assegnare supplenza da MAD a docente con titolo non completo?

Per titolo non completo si intende un titolo non adeguato all’inserimento nelle GPS di II fascia, ossia laurea + 24 CFU per la scuola secondaria di I e II grado.

I requisiti per la laurea sono quelli indicati dal DPR 19/2016 e dm 259/2017 (il docente deve controllare se mancano esami o CFU per accedere alla singola classe di concorso). I 24 CFU sono quelli del dm 616/2017 Pagina del Ministero titoli di accesso all’insegnamento

Cosa chiedono le scuole

La precedenza nell’assegnazione delle supplenze va ai docenti in possesso di abilitazione e/o specializzazione sostegno specifica (vedi circolare 6 agosto 2021).

In subordine, le scuole richiedono di corredare la domanda MAD  con la documentazione atta a consentire la verifica dei requisiti di accesso così come indicato nell’allegato A del D.M. n. 19 del 14/02/2016 e dell’O.M. n. 60 del 10/07/2020.

Si tratta, per la scuola secondaria, di titolo di accesso (laurea o diploma a seconda la classe di concorso) + i 24 CFU, ossia i titoli di accesso alle GPS.

E’ chiaro che il titolo completo debba rappresentare un punto di forza per il docente, infatti il requisito è richiesto nei vari interpelli nazionali finora pubblicati. Ecco quali scuole cercano supplenti

Questo non esclude la possibilità di poter essere chiamati in assenza del titolo completo.

Conseguenze per chi lavora senza titolo di accesso completo

Lo specifica la nota del 22 luglio 2020 “2) il servizio prestato nel corso degli anni senza titolo di studio di accesso è valido ai fini della valutazione del servizio se e solo se il suddetto titolo di accesso è in possesso dell’aspirante al momento di presentazione della domanda”

Quindi, se si lavora per la classe di concorso che si vorrà aggiornare in GPS, in ogni caso il docente dovrà essere in possesso del titolo completo entro la data di scadenza per inserimento /aggiornamento GPS (fermo restando l’attuale normativa).

Non sono naturalmente messi in discussione retribuzione e contributi legati al servizio svolto.

Supplenze MAD: chi partecipa, punteggio, caratteristiche del contratto [LO SPECIALE con le FAQ]

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito