Supplenze da MAD alla primaria, assunti tanti laureati in altre discipline: vale come punteggio per classi di concorso alla secondaria?

WhatsApp
Telegram

Laureati in Giurisprudenza o Scienze Pedagogiche assunti come supplenti di scuola primaria: il servizio svolto, oltre a portare stipendio e contributi, darà anche punteggio nelle relative graduatorie della scuola secondaria?

I titoli di accesso all’insegnamento nella scuola di infanzia  e primaria

Sono indicati dal Ministero nell’apposita pagina Titoli di accesso all’insegnamento

“SCUOLA DELL’INFANZIA E PRIMARIA

Laurea in Scienze della formazione primaria (titolo abilitante all’insegnamento – art. 6, Legge 169/2008) (titolo abilitante all’insegnamento);
Diploma Magistrale o Diploma di Liceo Socio-Psico-Pedagogico o Diploma sperimentale a indirizzo linguistico conseguito entro l’anno scolastico 2001-2002 (DM 10 marzo 1997) (titolo abilitante all’insegnamento).”

La pagina online del Ministero è un po’ datata, ma sostanzialmente i titoli di accesso all’insegnamento nella scuola di infanzia e primaria sono quelli indicati, con l’importante precisazione che la formulazione corretta per il diploma magistrale è

“diploma magistrale con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali”

Vale anche analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002.

Mancano insegnanti

Inutile negare che sempre più spesso, nell’anno scolastico 2021/22, le scuole sono costrette  a chiamare docenti da MAD domande di messa a disposizione.

E che, in mancanza di domande idonee, assumano docenti che hanno titolo di accesso all’insegnamento per la scuola secondaria.

Laurea in Scienze pedagogiche, Laurea in Giurisprudenza, Laurea in Scienze economiche. I docenti interessati ci chiedono se il servizio prestato, nell’impossibilità che sia valutato come servizio specifico, possa essere valutato almeno come servizio “aspecifico” nelle proprie classi di concorso della scuola secondaria.

Domanda legittima, anche perché si avvicina il rinnovo delle GPS, previsto per il 2022. Requisiti (attuali) di accesso

La normativa attuale è particolarmente stringente

La nota del 22 luglio 2020, seguita all’OM 60/2020 chiarisce che il servizio prestato nel corso degli anni senza titolo di studio di accesso è valido ai fini della valutazione del servizio se e solo se il suddetto titolo di accesso è in possesso dell’aspirante al momento di presentazione della domanda.

Nulla viene detto sul servizio aspecifico, anche se l’aver eliminato dalle tabelle di valutazione dei titoli del 2020 l’indicazione relativa, non depone a favore di una valutazione favorevole.

Data l’ampiezza del fenomeno sarà sicuramente un argomento che si renderà necessario affrontare in seno al nuovo aggiornamento.

Ci sono anche insegnanti che non hanno nessun titolo di accesso all’insegnamento

E’ una situazione che a nostro parere va sottolineata, senza entrare nel merito della responsabilità didattica di ciascuno in classe. Ogni giorno riceviamo email di docenti assunti con laurea triennale, o diploma dell’ex istituto magistrale conseguito ben dopo il 2001/02, finanche lo scorso anno scolastico.

Tutto ciò sottolinea una enorme confusione nella gestione del reclutamento degli insegnanti di scuola di infanzia e primaria. Da una parte la normativa, dall’altro l’esigenza da parte dei Dirigenti Scolastici di reperire docenti per le supplenze, dall’altra i concorsi in stallo ormai dal 2020.

Va sottolineato che sono ancora pochi, rispetto ai colleghi delle scuole secondarie,  i Dirigenti Scolastici che utilizzano lo strumento dell’interpello nazionale per reperire in fretta docenti in possesso del titolo adeguato, per quanto riguarda infanzia e primaria. Scarica un modello

E questo determina, in misura maggiore, il surplus di insegnanti senza il titolo richiesto dalla normativa.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur