Supplenze da Gps, rischio caos in Campania: “Scuola a rischio, intervenga il prefetto, si temono disordini”. L’affondo di Vannini

WhatsApp
Telegram

Rischio caos per le graduatorie provinciali per le supplenze in Campania. L’allarme giunge, tramite il Corriere del Mezzogiorno, dalla Uil Scuola.

“Stavolta rischiamo davvero disordini sociali — spiega Roberta Vannini, segretaria della Uil Scuola Rua della Campania —. L’inizio delle attività didattiche è previsto a metà settembre, ma in Campania registriamo la preoccupazione di tantissimi docenti precari che non si sono visti riconoscere titoli culturali e di servizio, mentre altri che, al contrario, si ritrovano con punteggi gonfiati ed altri ancora del tutto esclusi dalle graduatorie. Tutto ciò sta generando ansia ed apprensione, e questa situazione può trasformarsi in rabbia e sfociare in forti contestazioni”.

“Gli errori— aggiunge Vannini — sono molteplici, i precari coinvolti sono migliaia. Questo sistema informatizzato ha avuto la capacità di trasformare una semplice domanda in una vera e propria corsa ad ostacoli. La Uil Scuola della Campania pretende semplificazione e trasparenza. Per questo abbiamo chiesto che il prefetto di Napoli si faccia interprete di questo disagio per consentire tempi più distesi al fine di permettere all’Amministrazione la disamina di centinaia e centinaia di reclami e scongiurare il forte dissenso di chi si vedrà negare illegittimamente il proprio posto di lavoro”.

WhatsApp
Telegram

Concorso Dsga: il DECRETO è finalmente in Gazzetta Ufficiale. Preparati con il percorso formativo modulato dai nostri esperti