Supplenze da GPS: prevedere più turni di nomina è il punto debole dell’algoritmo, perché ogni aspirante partecipa solo a uno

WhatsApp
Telegram

Supplenze 2022/23: oggi migliaia di docenti saranno in cattedra insieme ai loro alunni. Ma il sistema dell’attribuzione degli incarichi continua ad essere imperfetto: è vero, i docenti oggi sono in cattedra, come giustamente ricordato dal Ministro Bianchi ma i tempi stringati non possono essere una giustificazione a problematiche che si ripercuotono sulla vita lavorativa.

Uno dei motivi per cui l’algoritmo rischia di non funzionare è presto detto da una nostra lettrice

“Sono precaria da circa sei anni, ora iscritta nelle GPS di II fascia della provincia di ***. Anche nel mio caso, c’è stata una prima convocazione il 30 agosto 2022, in base a disponibilità esigue; considerato che non avevo inserito gli spezzoni, (vivo a circa 700 km di distanza) non sono stata nominata.
Pur avendo io incluso tantissime scuole, la procedura non trovando la mia disponibilità ad accettare spezzoni di 7 ore, è andata oltre.
Dopo appena otto giorni, l’Ufficio Scolastico Provinciale di Bologna ha pubblicato nuove disponibilità su cattedre complete, comprensive di quelle scuole che io avevo inserito nell’istanza. Naturalmente, l’algoritmo è andato oltre la mia posizione ed ha nominato docenti precari, con punteggio inferiore al mio, nelle scuole da me indicate su cattedre complete.
Sono rimasta fuori dalle nomine (lo prevede l’ordinanza) … ma, se l’Ufficio Scolastico Provinciale avesse raccolto prima tutte le disponibilità e, poi, nominato i docenti precari di II fascia a tempo determinato con l’algoritmo, io, certamente, sarei rientrata con cattedra completa in quasi tutte le scuole da me indicate nell’istanza GPS.
Di fatto, far partire le nomine senza un quadro completo delle disponibilità significa favorire e penalizzare un docente precario.” 

Non sappiamo naturalmente se la collega avrebbe avuto la nomina se nel turno a cui ha partecipato ci fossero state quelle disponibilità, così come la scelta di non inserire gli spezzoni naturalmente incide sulla possibilità di avere una nomina e questo non può essere imputato all’Amministrazione.

Ma il discorso sui turni di disponibilità e la partecipazione di ogni aspirante ad un solo turno di nomina rischia di falsare il senso implicito nell’avere scelto le preferenze.

Attenzione: a nostro parere non può essere contestata la compilazione della domanda in assenza della disponibilità: sono due operazioni che difficilmente possono coincidere. Il Ministero lo scorso anno aveva dato come termine ultimo il 13 agosto per la pubblicazione delle disponibilità ma poi pochissime province avevano effettivamente completato le assegnazioni provvisorie e quindi alla resa dei conti si sono rivelate anche fuorvianti.

Per questo motivo quest’anno quel sistema non è stato riproposto.

E tuttavia rimane il problema dei turni di nomina.

La situazione perfetta dovrebbe prevedere un solo turno di nomina e uno di surroga per le eventuali rinunce. Solo in questo modo ha senso la “preferenza”. Altrimenti (e questo era un consiglio che aveva dato anche la redazione di Orizzonte Scuola) bisogna includere più preferenze sintetiche, accettando anche scuole non gradite e sperare di essere fortunati.

Supplenze GaE e GPS 2022, posso essere richiamato per una sede liberatasi in seguito a rinuncia?

Supplenze 2022, docenti con punteggi alti esclusi dal primo turno e cattedre preferite assegnate al secondo o terzo turno. L’ingiustizia dell’algoritmo

È possibile richiedere consulenza all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

È possibile seguire gli aggiornamenti tramite il tag Graduatorie di istituto e Supplenze

GPS e Supplenze 2022/23: i dubbi dopo l’esito delle nomine: completare spezzone, secondo turno di nomina, MAD? [SPECIALE]

WhatsApp
Telegram

“Come compilare il nuovo pei pagina dopo pagina”. Dal 3 ottobre un nuovo corso tecnico/pratico di Eurosofia