Supplenze da GPS: è meglio inserire prima le cattedre al 31 agosto e poi quelle al 30 giugno?

WhatsApp
Telegram

Supplenze: quelle dell’anno scolastico 2022/23, ancora al suo primo quarto, sono un vero e proprio incubo per tanti docenti. Dalla compilazione al buio, dagli errori commessi in fase di inserimento delle preferenze, dalle anomalie del sistema a quello che è diventato un vero rompicapo ossia comprendere perchè colleghi con punteggio inferiore hanno la supplenza e noi noi, forse non se ne viene fuori tanto facilmente. E un occhio si butta anche al prossimo anno scolastico, nella speranza che possa andare meglio.

A questo sono serviti gli incontri tecnici al Ministero tra Amministrazione e sindacati per individuare i punti dolenti della procedura informatizzata prevista dall’OM n. 112 del 6 maggio 2022 e cercare di rimediare per l’anno scolastico 2023/24.

Come detto, infatti, le preferenze inserite su Istanze online nella domanda presentata entro il 16 agosto 2022, valgono esclusivamente per l’anno scolastico 2022/23. Per il 2023/24 si dovrà ripresentare domanda (anche se si volessero confermare le stesse preferenze) e si potrà ricominciare da capo la corsa dell’algoritmo.

Un nostro lettore chiede

Buonasera volevo sapere il prossimo anno presentando nuovamente il modulo per la scelta delle 150 preferenze per il prossimo anno scolastico consigliate mettere prima 31 agosto e poi 30 giugno per tutte le CDC? Grazie, saluti.

A nostro parere è inutile porsi questa domanda oggi. Certamente molti docenti, una volta saltati dall’algoritmo perchè non si sono incrociate preferenze e disponibilità, avranno pensato: ah, se avessi scelto diversamente… se prima avessi messo tutte le scuole chiedendo cattedre al 30 giugno,oppure gli spezzoni.

Insomma, ragionamenti a posteriori che sembrano corretti solo perchè adesso si conoscono le disponibilità.

Il problema infatti non è: costringere gli aspiranti a fare una scelta tra 31 agosto/30 giugno/spezzoni.

L’algoritmo funzionerà solo se i docenti potranno inserire le preferenze conoscendo le disponibilità

Questo è un principio per noi inderogabile: solo se l’aspirante conosce tutte le disponibilità utili per l’anno scolastico 2023/24 potrà scegliere se inserire prima tutte le cattedre al 31 agosto 2024 (magari non ce ne saranno più perchè nel frattempo saranno state disposte tutte le immissioni in ruolo!)  o al 30 giugno.

A volte infatti la preferenza tra cattedra al 31 agosto e 30 giugno non è determinata dalla durata tout court del contratto, ma anche da altre variabili: distanza da casa, conoscenza dell’ambiente scolastico ed empatia, possibilità di ritornare in una scuola in cui è già stato svolto servizio….

Quindi una scelta oculata può essere fatta solo conoscendo tutte le disponibilità e calibrandole in base alle proprie esigenze.  A volte infatti le cattedre al 31 agosto potrebbero essere situate in scuole poco gradite e invece un contratto al 30 giugno risultare più appetibile.

Utopia pensare che le cose il prossimo anno scolastico cambieranno?

Vedremo come andranno le operazioni e quanto le esperienze degli ultimi due anni scolastici ci avranno lasciato.

La consulenza

È possibile richiedere consulenza all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

È possibile seguire gli aggiornamenti tramite il tag Graduatorie di istituto e Supplenze

Supplenze docenti da graduatorie di istituto: proroga, rinunce e sanzioni [LO SPECIALE]

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur