Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Supplenze da GaE e GPS docenti 2022: come funziona l’algoritmo. Da quale classe di concorso si parte? prima il sostegno? [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

L’algoritmo che gestisce le domande di supplenze per i docenti per l’anno scolastico 2022/23 come funziona in merito all’assegnazione della sede? inizia dal candidato che ha il punteggio più alto oppure da una classe di concorso specifica? E il sostegno quando viene trattato?

Si tratta di un tema molto importante e posto con molta frequenza dagli interessati.

A spiegare come andranno le cose (o meglio, come dovrebbero andare) è stata Chiara Cozzetto, segretaria nazionale del sindacato Anief, che è intervenuta al Question time in diretta su Os TV del 1° agosto.

L’algoritmo dovrebbe lavorare contemporaneamente tutte le classi di concorso che sono in turno di nomina“, spiega subito la sindacalista che prosegue dicendo: “E dunque poi attribuire al candidato che dovesse essere in turno, attribuire la scelta più in alto da quella che ha selezionato“.

Pertanto, Cozzetto chiarisce che l’algoritmo “non parte da una classe di concorso precisa o da chi ha il punteggio più alto, ma dovrebbe lavorare in maniera contemporanea“.

38:10 (LA RISPOSTA AL MINUTO INDICATO) – L’algoritmo assegna la sede iniziando dal soggetto con il punteggio più alto a prescindere dalla classe di concorso o dalla graduatoria di una specifica classe di concorso?

Ne abbiamo parlato anche nel question time del 3 agosto con la sindacalista Roberta Vannini UIL Scuola: l’algoritmo ha l’obiettivo di accontentare le scelte, che quindi vanno inserite in ordine di priorità.

Se si vuole lavorare in una determinata classe di concorso è quella che si inserirà per prima, con tutte le combinazioni possibili per avere una supplenza. E poi si dice al sistema: se proprio non trovi nulla per questa classe di concorso, passa alla successiva oppure al sostegno.

oppure al contrario, ci sarà chi preferirà partire dalle graduatorie incrociate di sostegno, sapendo ad es. di non avere possibilità sulla propria classe di concorso.

Quindi è il docente che detta le priorità, che dice su quali classi di concorso preferisce lavorare, con che ordine, che tipologia di contratto preferisce.

Naturalmente poi bisognerà fare i conti con le disponibilità, che ad oggi si conoscono  in maniera parziale poiché non sono ancora concluse le immissioni in ruolo e solo in parte le assegnazioni provvisorie.

Ascolta la risposta al minuto  1:28:00 Come funziona l’algoritmo?

La consulenza

È possibile richiedere consulenza all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

È possibile confrontarsi sul forum di reciproco aiuto

È possibile seguire gli aggiornamenti tramite il tag Graduatorie di istituto e Supplenze

GPS graduatorie provinciali e di istituto per le supplenze [LO SPECIALE]

Le istanze dovranno essere presentate esclusivamente in modalità telematica, ai sensi del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82. Per accedere alla compilazione dell’istanza occorre essere in possesso delle credenziali del Sistema pubblico di identità digitale (SPID) o di quelle della Carta di Identità Elettronica (CIE). Inoltre, occorre essere abilitati al servizio Istanze Online (POLIS).

All’istanza si accederà tramite un link diretto presente sulla home page del portale di Istanze Online.

Le funzioni saranno disponibile per diverse procedure:

  • ai sensi e per gli effetti di quanto previsto dagli artt. 4 e 5 del D.M. 21 luglio 2022, n. 188, all’attribuzione degli incarichi a tempo determinato per la copertura dei posti di sostegno vacanti e disponibili, residuati dopo le ordinarie operazioni di immissione in ruolo, destinati ai docenti in possesso dei requisiti di cui all’articolo 3, comma 1 del D.M. 21 luglio 2022, n. 188. Il conferimento dell’incarico a tempo determinato è finalizzato – previo svolgimento del percorso annuale di formazione iniziale e prova e superamento della prova disciplinare di cui all’art.6 del DM 21 luglio 2022 n. 188, – all’immissione in ruolo con decorrenza giuridica dal 1° settembre 2022 o, se successiva, dalla data di inizio del servizio;
  •  all’attribuzione degli incarichi a tempo determinato per lo svolgimento di:
    a) supplenze annuali per la copertura delle cattedre e posti d’insegnamento, su posto comune o di sostegno, vacanti e disponibili entro la data del 31 dicembre e che rimangano presumibilmente tali per tutto l’anno scolastico;
    b) supplenze temporanee sino al termine delle attività didattiche per la copertura di cattedre e posti d’insegnamento, su posto comune o di sostegno, non vacanti ma di fatto disponibili, resisi tali entro la data del 31 dicembre e fino al termine dell’anno scolastico e per le ore di insegnamento che non concorrano a costituire cattedre o posti orario.
  • La mancata presentazione dell’istanza comporta la rinuncia alla partecipazione alla procedura. La mancata indicazione di talune sedi è intesa quale rinuncia per le sedi non espresse.In caso di indicazione di preferenze sintetiche, l’assegnazione delle sedi all’interno del comune o del distretto è effettuata sulla base dell’ordinamento alfanumerico crescente del codice meccanografico delle istituzioni scolastiche.

Supplenze GPS, tutte le risposte alle vostre domande: scopri come fare istanza. QUESTION TIME in formato integrale [IN AGGIORNAMENTO]

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur