Supplenze da GaE e GPS al 31 agosto e 30 giugno, perché non sono stato nominato? CHIARIMENTI

Stampa

Supplenze da GaE e GPS: dopo giorni di confusione, gli Uffici Scolastici sono al lavoro per controllare in maniera capillare le nomine effettuate e nel caso ripubblicare gli elenchi, o comunque ad attendere ancora prima di pubblicare per avere degli esiti non inficiati da errori.

Gli errori sono da inficiare esclusivamente all’algoritmo? E’ indubbio che alcuni ci sono stati, che si è dovuti intervenire a livello ministeriale, ma va fatta una riflessione anche sull’intreccio che si viene a determinare in una modalità di nomina informatizzata (assimilabile, per certi versi, al “cervellone” che elabora i trasferimenti dei colleghi di ruolo).

Ne abbiamo parlato in

Supplenze da GPS, colleghi in posizione successiva alla mia hanno avuto l’incarico e io no. Perché?

Gli stessi chiarimenti vengono forniti in maniera ufficiale anche dall’Ufficio Scolastico di Foggia

“Pervengono molti quesiti volte a conoscere l’ordine delle operazioni e il perché non si è ottenuta la nomina.
Allo scopo si riscontra che:
– le nomine hanno riguardato prima le GAE e poi le GPS; per il sostegno prima le GAE incrociate e poi le GPS incrociate, una volta esaurito l’elenco degli specializzati;
– non essere tra i beneficiari di contratto a TD equivale a non essere rientrati nel novero dei nominandi, spesso anche a causa del numero eccessivamente ristretto delle sedi indicate (la mancata indicazione di una sede vale come rinuncia) e delle disponibilità di posti;
– bisogna tener presente che i docenti beneficiari di precedenza di legge sono i primi ad essere individuati, sempre se rientranti nel contingente dei nominabili;
– sui posti assegnati incidono anche le quote di riserva a vantaggio di categorie protette (N-M-R);
– il file excel, recante assegnazione delle sedi, deve essere letto in tutte le articolazioni indicate con le lettere dell’alfabeto, da cui si evincono precedenze, riserve e tipologia della nomina (es. COE o cattedra interna).”

Naturalmente, questo non esclude che i file saranno controllati e ricontrollati affinché sia certo che le nomine per l’anno scolastico 2021/22 saranno corrette.

Il ruolo dei sindacalisti del territorio

in questi giorni è quanto mai importante il loro ruolo di intermediari con l’ufficio scolastico. Gli uffici stessi hanno messo a disposizione indirizzi mail e canali per poter comunicare ma sicuramente i sindacalisti hanno una visione d’insieme di quanto accaduto nella provincia considerata, e sono in grado di incrociare domande presentate e disponibilità per capire se ci sono stati problemi nell’algoritmo.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione