Supplenze, come cambieranno: prima GaE, poi GPS e graduatorie di istituto. Le info utili

Sarà una rivoluzione o quasi quella che avverrà nelle prossime settimane per quanto riguarda il meccanismo di assegnazione delle supplenze. Arrivano le GPS, le graduatorie provinciali per le supplenze.

Cambia tutto o quasi: il meccanismo delle supplenze viene rivisto e soprattutto digitalizzato. Una riforma che coincide in un momento storico particolarmente delicato per la scuola alle prese con le misure per la riapertura a settembre.

Chiaro è che si tratta davvero di una corsa contro il tempo per utilizzare il meccanismo già quest’anno. Con l’attuale situazione in corso, una procedura del genere potrebbe mandare in tilt gli uffici scolastici, ma dal Ministero hanno più volte rassicurato sul fatto che tutto sarà preparato nei minimi dettagli.

Saranno tanti, più di 200mila i contratti a tempo determinato e saranno attribuite, secondo le ultime indiscrezioni rilanciate da Orizzonte Scuola, con il sistema di graduatorie provinciali.

Bene precisare che si tratta ancora di indicazioni non definitive, che potrebbero subìre delle modifiche.

Le modifiche apportate alla bozza dell’ordinanza dopo il confronto con i sindacati

Supplenze, tre possibilità per entrare in classe

Possono essere

  • fino al 31 agosto
  • fino al 30 giugno
  • temporanee (max ultimo giorno di lezione)

Per l’attribuzione delle supplenze fino al 31 agosto e 30 giugno si utilizzano le GaE (Graduatorie ad esaurimento).

Per i posti residui dalle GaE sarà possibile attingere dalle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS).

Graduatorie d’istituto, rimarranno e saranno competenza delle scuole

Saranno ancora costituite da prima, seconda e terza fascia e rimangono di competenza dei Dirigenti Scolastici, che le utilizza per il conferimento delle supplenze temporanee (max ultimo giorno di lezione).

Come funzionano le nuove graduatorie

Le GPS saranno distinte in prima e seconda fascia.

La prima per i docenti in possesso del titolo di abilitazione (riguarda quindi anche i docenti attualmente iscritti nella prima fascia di istituto)

La seconda per i docenti in possesso

  • del titolo di studio + 24 CFU oppure
  • precedente inserimento del triennio 2017/20
  • oppure abilitazione per altra classe di concorso o grado di scuola.

Saranno utilizzate per l’attribuzione delle supplenze al 31 agosto o 30 giugno, residue dopo lo scorrimento delle graduatorie ad esaurimento.

Quanto tempo per presentare la domanda

Secondo le ultime indiscrezioni sarebbero 15 i giorni per presentare la domanda, un tempotroppo ristretto in considerazione dell’importanza della procedura che interesserà anche aspiranti che si avvicinano per la prima volta al mondo dell’insegnamento.

La procedura sarà informatica e comporterà per tutti gli aspiranti la produzione, ex novo, dei titoli (anche di quelli già dichiarati nel precedente aggiornamento 2017/20).

Le tabelle di valutazione dei titoli sono state infatti modificate e i titoli saranno rivalutati per tutti gli aspiranti.

Graduatorie provinciali, NUOVA BOZZA: ecco le novità. Titoli di accesso e valutazione servizio [Report]

TFA Sostegno V ciclo. Affidati ad Eurosofia, materiali didattici sintetici, simulatori delle prove ed un metodo incisivo. Allenati per vincere