Supplenze ATA su posti ex LSU, contratti collaboratori scolastici prorogati fino al concorso. A breve il bando

Stampa

Le supplenze ATA su posti ex LSU, scadute il 28 febbraio, sono state prorogate fino all’avvio della seconda fase assunzionale della restante platea di lavoratori. A breve il bando per le nuove assunzioni.

Con la nota 7286 del 26 febbraio 2021, il ministero dell’Istruzione ha prorogato le supplenze dei collaboratori scolastici assunti sui posti ex LSU. Ma fino a quando? Nella stessa nota non vi è indicata una data precisa: “a fronte della perdurante esigenza di garantire – si legge – , ai sensi dell’articolo 58, comma 5-sexies, che le attività didattiche si svolgano in idonee condizioni igienico-sanitarie, è possibile prorogare i contratti in scadenza di mese in mese sino all’avvio delle procedura selettiva in esame“.

I contratti vengono prorogati di mese in mese e quindi fino al concorso. Per lo stesso non ci sono, al momento, indicazioni circa la data di avvio della procedura. La Flc Cgil fa sapere però che a breve verrà pubblicato il bando: “Il Direttore Generale del personale scolastico del Ministero – riferisce – ha detto di essere moderatamente ottimista circa l’iter di concerto del bando da parte dei Ministeri interessati, mancando ad oggi solo quello del MEF”. Si deduce che a breve verrà emanato il bando e che comunque nei prossimi giorni si potranno avere notizie più precise.

Requisiti

Per poter essere assunti è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere in possesso del diploma di scuola secondaria di I grado;
  • aver svolto per almeno 5 anni, anche non continuativi, servizi di pulizia e ausiliari presso le istituzioni scolastiche ed educative statali, in qualità di dipendente a tempo determinato o indeterminato di imprese titolari di contratti per lo svolgimento di tali servizi. Nel requisito dei 5 anni devono essere inclusi gli anni 2018 e 2019.

ATA ex Lsu, seconda fase assunzioni. Bozza decreto: 1592 posti, ecco suddivisione per provincia

Stampa

Il nuovo modello di PEI, Eurosofia avvia un nuovo percorso formativo. Primo incontro il 28 aprile