Supplenze ATA: spezzare un posto intero per completare l’orario

di redazione
ipsef

Il Dirigente dell'Ufficio Scolastico di Alessandria e Asti invia al Ministero un quesito sul titolo al completamento d'orario per le supplenze del personale ATA.

Il Dirigente dell'Ufficio Scolastico di Alessandria e Asti invia al Ministero un quesito sul titolo al completamento d'orario per le supplenze del personale ATA.

Nel quesito si chiede se sia possibile spezzare un posto intero, di trentasei ore, da conferirsi con supplenza annuale o fino al termine delle attività didattiche e di assegnarne una frazione oraria ad un supplente già titolare di un incarico con orario inferiore alle 36 ore settimanali che richiede il diritto al completamento di orario.

La risposta era contenuta in una nota già inviata all'USR Piemonte in cui si specifica che il completamento d'orario per il personale ATA, a cui viene conferita una supplenza con orario ridotto in conseguenza della costituzione di posti di lavoro a tempo parziale per il personale di ruolo, è possibile esclusivamente con rapporti di lavoro a tempo determinato relativi allo stesso profilo.

L'art. 4, comma 1, del Regolamento delle supplenze fa infatti riferimento al diritto del supplente a conseguire il completamento di orario fino al raggiungimento dell'orario di lavoro previsto "per il corrispondente personale di ruolo".

Nota completamento ATA

SupplenzeATA

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione