Supplenze ATA, potrebbero esserci ancora i posti ex LSU da coprire

WhatsApp
Telegram

In attesa della terza procedura assunzionale del personale ex LSU, a seguito della stabilizzazione nelle scuole statali dei lavoratori delle ditte di pulizia. Due concorsi alle spalle, ne manca ancora uno proprio per coprire i posti rimasti scoperti dalle precedenti fasi assunzionali e che dovrebbe partire da settembre, ma che al momento non vede la luce

A decorrere dal 1° settembre 2022, il personale che non abbia potuto partecipare alle procedure precedenti destinate agli ex LSU per mancata disponibilità di posti nella provincia di appartenenza, partecipa alla procedura selettiva per la
copertura dei posti eventualmente residuati.

Per partecipare alla procedura è necessario:

  • essere in possesso del diploma di scuola secondaria di primo grado, conseguito entro la data di scadenza del termine per la presentazione delle domanda di partecipazione (che ancora non si conosce);
  • aver svolto, per almeno 5 anni anche non continuativi, servizi di pulizia e ausiliari presso le istituzioni scolastiche ed educative statali, in qualità di dipendente a tempo determinato o indeterminato di imprese titolari di contratti per lo svolgimento di tali servizi. Nei cinque anni richiesti devono essere compresi il 2018 e il 2019 (computo per anno solare).

Al momento si conosce la bozza del decreto in cui vengono anche indicati i posti destinati alla procedura: 590 totali. La distribuzione è stata resa nota altresì dalle tabelle degli organici 2022/23

Con ogni probabilità la procedura partirà in ritardo, considerato che al momento non c’è stato nessun avviso dal Ministero e che le assunzioni dovrebbero partire tra meno di una settimana. I posti – 590 e accantonati – verranno quindi coperti tramite l’attribuzione delle supplenze. I contratti, come già successo lo scorso anno, dovrebbero contenere la clausola risolutiva. Ciò significa che il contratto di supplenza ha validità fino all’arrivo dell’avente diritto, ovvero dell’ex LSU che deve essere assunto.

Sui posti che rimarranno scoperti anche a seguito della procedura assunzionale verranno altresì attribuite le supplenze.

Così la circolare 28597 del 29 luglio 2022 che fornisce indicazioni per l’attribuzione delle supplenze nell’anno scolastico 2022/23:

All’esito della procedura selettiva di cui all’articolo 58, comma 5 septies, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, attualmente in corso di espletamento, laddove dovessero residuare dei posti, verranno fornite specifiche e separate indicazioni per il conferimento di eventuali supplenze.

WhatsApp
Telegram

Concorso Dsga: il DECRETO è finalmente in Gazzetta Ufficiale. Preparati con il percorso formativo modulato dai nostri esperti