Supplenze ATA part-time: il completamento deve essere effettuato sullo stesso profilo professionale

di redazione
ipsef

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica “Chiedilo a Lalla”. Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Supplenze ATA, scuola paritaria: è consentito la valutazione dei titoli equipollenti conseguiti all’estero

Anila – Buongiorno, Sono laureata all’estero (Albania) e ho fatto l’equipollenza del titolo di studio in Italia nel 2001. Ho il titolo di perito di elettronica industriale, conseguito anch’esso all’estero, e possiedo la dichiarazione di valore, rilasciata dall’Ambasciata D’Italia del paese di origine, dove si dichiara che il titolo è titolo finale di scuola secondaria superiore che si consegue dopo 12 anni di scolarità e consente “in loco” l’immatricolazione a qualsiasi corso universitario.

Supplenze ATA part-time: il completamento deve essere effettuato sullo stesso profilo professionale

Maria – Buonasera, vorrei gentilmente un chiarimento: se una persona ha un contratto part-time (ad esempio 18 ore) come assistente amministrativo in una scuola paritaria, può accettare un part-time (ad esempio 18 ore) come collaboratore scolastico in una scuola statale e contemporaneamente svolgere le due attività? Grazie

Supplenze da graduatorie III FASCIA ATA, su due part-time: gli effetti in caso di abbandono di una delle due supplenze

Angelo – Buongiorno, nel caso di A.A. in servizio con n.2 contratti part-time da 18 ore, per esigenze personali può dimettersi da uno solo dei contratti in essere? Può decidere da quale contratto dimettersi? Attendo vs. Grazie Mille. Saluti.

Supplenze ATA, scuola paritaria: è consentito la valutazione dei titoli equipollenti conseguiti all’estero

Anila – Buongiorno, Sono laureata all’estero (Albania) e ho fatto l’equipollenza del titolo di studio in Italia nel 2001. Ho il titolo di perito di elettronica industriale, conseguito anch’esso all’estero, e possiedo la dichiarazione di valore, rilasciata dall’Ambasciata D’Italia del paese di origine, dove si dichiara che il titolo è titolo finale di scuola secondaria superiore che si consegue dopo 12 anni di scolarità e consente “in loco” l’immatricolazione a qualsiasi corso universitario.

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione