Supplenze ATA III fascia. Paralisi a Roma: sospesi i contratti ex art. 59, sospeso il cedolino, ma niente pagamenti

Stampa

Più volte in questi giorni abbiamo messo in evidenza quanta confusione si sta venendo a creare per la III fascia ATA. Il Ministero, con il decreto di proroga della graduatoria 2014/17 e la circolare con cui dispone la trasformazione dei contratti fino ad avente diritto in supplenze al 30 giugno, sembra aver chiuso la situazione.

Di fatto nelle segreterie c’è tanta confusione. Alcuni Uffici Scolastici hanno deciso autonomamente e tramite circolare inviata alle scuole hanno dettato le disposizioni (poco conta a quanto pare che tali disposizioni non siano uniformi a livello nazionale). Così alcuni dipendenti personale ATA potranno festeggiare il Natale certi di un contratto con data di termine. Anche se il pagamento dello stipendio risulta incerto. ATA: contratti trasformati al 30 giugno rischiano di non ricevere il prossimo stipendio, dubbi segreterie

Oggi registriamo la situazione di Roma e probabilmente dell’intero Lazio, documentata da “Supplenti della scuola”

“Nell’attesa a Roma e nel Lazio, risultano ancora sospesi i contratti fino avente diritto stipulati con gli ATA che, ex art. 59, hanno chiesto l’aspettativa senza assegni presso il posto di titolarità.
Il fatto grave è che, in questa situazione di incertezza,  ci sono persone alle quali  Noipa ha tolto il cedolino relativo al posto CS ma non ha fatto emissioni di pagamento per il servizio svolto come profilo superiore.” Leggi tutto

Non sappiamo se i sindacati, in questi giorni convocatia al Miur per altre problematiche, siano riusciti ad avere qualche risposta.

Stampa

Eurosofia. Aggiornamento Ata: corso di dattilografia a soli 99 euro. Iscriviti ora