Supplenze ATA III fascia: entro il 31 dicembre contratti fino ad avente diritto diventeranno al 30 giugno o 31 agosto. Questa la risposta dell’Emilia Romagna

Stampa

Questa la risposta dell’Ufficio Scolastico di Bologna, che con specifica nota prende posizione sulla spinosa questione della proroga dei contratti di supplenza al personale ATA da III fascia, finora conferiti dalle graduatorie 2014/17 fino ad avente diritto.

Il decreto Miur del 1° dicembre 2017 ha prorogato di un anno la validità di tali graduatorie, ma la successiva nota che ha autorizzato alla proroga dei contratti, ha creato confusione negli addetti ai lavori.

Abbiamo già segnalato come al momento ci siano tre punti di vista (sì alla proroga dei contratti esistenti, no perché si modifica la natura giuridica del contratto, riconvocazioni solo se necesssario), interpretazioni ch henno spinto i sindacati a richiedere un intervento chiarificatore da parte del Ministero.

Nel frattempo, registriamo la posizione dell’USR Veneto e quella dell’Ufficio Scolastico di Bologna, entrambi a favore della proroga al 30 giugno o 31 agosto, a seconda della natura del posto, dei contratti già stipulati, senza la necessità di riconvocazione.

“Questo Ufficio ritiene che si possa procedere (entro il 31 dicembre p.v.) alla proroga delle supplenze conferite fino all’avente diritto, con le modalità prescritte (fino al 31 agosto 2018 per supplenze su posti vacanti e disponibili; fino al 30 giugno 2018 per posti che non siano vacanti e disponibili)” afferma l’ufficio Scolastico di Bologna. La nota

Supplenze ATA III fascia, trasformare i contratti in essere o riscorrere le graduatorie? Sindacati chiedono chiarimenti al Miur

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur