Supplenze ATA. Il gruppo facebook Supplenti della Scuola per la Qualità e Dignità del Lavoro fa la sua proposta al Governo

WhatsApp
Telegram

Il Gruppo Supplenti della Scuola per la Qualità e Dignità del Lavoro chiede a tutte le Organizzazioni Sindacali di valutare e sostenere, prima dell'inizio dell'anno scolastico, una  proposta che viene rivolta al Governo e al Direttore generale del Miur, riguardante le nuove procedure di assegnazione delle supplenze al personale ATA delle scuole per l'anno scolastico 2015/2016.

Il Gruppo Supplenti della Scuola per la Qualità e Dignità del Lavoro chiede a tutte le Organizzazioni Sindacali di valutare e sostenere, prima dell'inizio dell'anno scolastico, una  proposta che viene rivolta al Governo e al Direttore generale del Miur, riguardante le nuove procedure di assegnazione delle supplenze al personale ATA delle scuole per l'anno scolastico 2015/2016.
La proposta è tesa soprattutto a risolvere l'ingiustizia e tutte le conseguenze negative, che sarebbero causate dalla applicazione della circolare Miur del 10 agosto u.s., secondo la quale, i posti vacanti e disponibili per ATA dovrebbero essere coperti con rapporti di lavoro precari in attesa dell'avente diritto, utilizzando le graduatorie di circolo e di istituto: nel comunicato il gruppo fa un dettagliato elenco delle criticità che si verrebbero a creare. 

I precari chiedono pertanto al Governo un intervento legislativo urgente ed immediato che consenta le immissioni in ruolo almeno sul turn over, il conferimento delle supplenze annuali e la revisione almeno parziale della disciplina sulle supplenze brevi.
Inoltre chiedono alla  competente Direzione Generale del Miur di predisporre l'assegnazione per l’a.s. 2015/2016 gli incarichi annuali o fino al termine delle attività didattiche o lezioni, dettati da vacanza di posti per esigenze permanenti e durevoli secondo i seguenti criteri:
1) dagli Ambiti Territoriali Provinciali attraverso lo scorrimento della Graduatoria Permanente Provinciale ATA (seppur fino all'avente diritto), in attesa del completamento delle procedure di ricognizione e di mobilità del personale delle Province e delle Città Metropolitane da ricollocare presso altre Amministrazioni (tenuto conto che le nomine residuali vengono assegnate entro il 31/12 dagli Ambiti Territoriali e non dai Dirigenti Scolastici sulla base dei posti disponibili dopo il 31 agosto termine ultimo per le nomine in ruolo);
in subordine
2) dai Dirigenti Scolastici attingendo "non" dalle sole Graduatorie d'Istituto, "ma" anche dai Distretti Scolastici, garantendo il rispetto dell’anzianità maturata dai candidati inclusi nelle Graduatorie Permanenti Provinciali ATA e secondo la posizione nelle medesime Graduatorie maturata a tutt'oggi. 

Il gruppo ha deciso inoltre di mettere in atto una forma di protesta già sperimentata il 7 gennaio 2014. 

Ogni precario  si scatterà una foto corredata di cartello esplicativo efficace. Sono già oltre cento le persone che hanno aderito al "selfie per i diritti degli ATA precari".
Da domenica 23 agosto al 30 settembre i vari profili professionali della scuola, compresi docenti in segno di solidarietà,  si scatteranno una foto e la invieranno alla seguente pagina facebook:
https://www.facebook.com/events/1069369689780275/

la proposta

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito