Supplenze ATA: esempio di convocazione. Non c’è colloquio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Si può convocare un “certo numero” di candidati per un posto a supplenza? Una lettrice ci scrive:

“Vi scrivo in merito ad una email arrivatami da un istituto per una convocazione di supplenza come collaboratore scolastico. Nello specifico vorrei sapere in cosa consiste la convocazione ” di gruppo ” visto che , essendo in terza fascia , prima di me ho letto ovviamente i nomi di altri candidati . Si tratta di un colloquio ? Di apporre firma ? Vi ringrazio per la Vostra disponibilità ”

risposta  di Giovanni Calandrino – Gentilissima, l’assunzione non avviene per colloquio ma per ordine di graduatoria. Di seguito ecco un esempio di convocazione, la proposta per una supplenza deve contenere i seguenti dati:

“La informiamo che si è resa disponibile presso la nostra scuola ********* una supplenza di ********** (dicitura per esteso del profilo professionale ATA) con le seguenti caratteristiche:

sede di servizio *****

recapito: *******

numero di ore settimanali: **********

durata della supplenza fino al *******

La S.V. è invitata a presentarsi il giorno ***** alle ore **** presso gli uffici di Presidenza.

Qualora lei fosse interessato, la preghiamo di rispondere o tramite e-mail o tramite comunicazione telefonica al numero ******.

Una sua mancata risposta sarà interpretata, in base alla normativa vigente, come rinuncia.

Una volta acquisite le risposte positive o negative degli aspiranti convocati, entro le ore  **** del ******* la scuola assegnerà la supplenza al primo in graduatoria fra coloro che hanno accettato; trascorso tale termine chiunque non sia risultato destinatario della supplenza potrà considerarsi libero da ogni vincolo relativo alla precedente accettazione.

Al fine di consentirle una valutazione di massima sulla possibilità di nomina, la informiamo che questa convocazione interessa i seguenti aspiranti:

  1. ***** ******;
  2. ***** ******;
  3. ***** ******;
  4. ***** ******;
  5. ***** ******;

IL DIRIGENTE SCOLASTICO”

Naturalmente si aggiudicherà il posto il primo candidato in graduatoria che ha dato la disponibilità.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione