Supplenze ATA brevi e saltuarie: le ferie

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Supplenze ATA brevi e saltuarie: come si calcolano le ferie

Svolgo una supplenza come collaboratore scolastico al posto di un collega titolare, il quale per motivi personali non rientrerà a breve. Purtroppo da dicembre mi fanno un contratto giorno per giorno perché non sanno quando rientrerà il CS titolare. La mia domanda è tale : come funziona il discorso ferie in questo caso. Nell’attesa di una vostra cortese risposta, Vi porgo i miei saluti.

di Giovanni Calandrino – Gentilissima, dal suo quesito mi sembra di capire che i suoi contratti sono stati una serie di proroghe consecutive connesse alle tempistiche fissate dai certificati di malattia del titolare. In questo caso le ferie maturate sono proporzionali al servizio prestato. La norma di riferimento è l’art. 19 comma 2 del CCNL/2007: Le ferie del personale assunto a tempo determinato sono proporzionali al servizio prestato. Qualora la durata del rapporto di lavoro a tempo determinato sia tale da non consentire la fruizione delle ferie maturate, le stesse saranno liquidate al termine dell’anno scolastico e comunque dell’ultimo contratto stipulato nel corso dell’anno scolastico.

Pertanto qualora la fruizione delle ferie sia incompatibile con la durata del rapporto di lavoro dovranno essere monetizzate.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione