Supplenze Ata, autorizzate più assunzioni (no organico Covid) per sicurezza degli alunni e funzionamento delle segreterie. Ecco dove

WhatsApp
Telegram

Supplenze del personale ATA per l’anno scolastico 2022/23: l’USR Umbria comunica l’attivazione di ulteriori posti in deroga di collaboratore scolastico. Si tratta di posti che saranno assegnati con contratto al 30 giugno 2023, in deroga all’organico di diritto già costituito. 

L’autorizzazione fa seguito alle richieste delle scuole pervenute successivamente alla determinazione dell’organico di fatto del personale ATA per l’a.s. 2022/2023 in cui si mette in rilievo la necessità di personale per garantire le necessarie condizioni di sicurezza e di incolumità degli alunni o rendere possibile il regolare funzionamento dei servizi scolastici in presenza di scuole articolate su più plessi o di scuole con una cospicua presenza di alunni con disabilità.

Il provvedimento dell’USR Umbria 

Anche in Sicilia l’USR con nota del 6 ottobre 2022 ha autorizzato, per ogni provincia, l’assunzione di personale ATA in deroga all’organico di fatto 2022/23.

Lo stesso nelle MarcheAscoli Piceno III assegnazione

Il provvedimento di Cremona

Posti aggiuntivi anche a Rimini

Ulteriori posti a Monza

Posti in deroga a Sassari

Altri posti a Sondrio

Attivazione posti in deroga a Brindisi

Altri posti in deroga anche a Mantova

No organico Covid

Le nuove assunzioni non fanno parte del cosiddetto Organico Covid, ossia l’organico aggiuntivo di cui hanno usufruito le scuole nelle fasi dell’emergenza sanitaria  Covid 19, ma si tratta comunque di assunzioni in più rispetto a quanto inizialmente prospettato per l’anno scolastico 2022/23. Segno che comunque le esigenze delle scuole diventano sempre più complesse e che seppure non si arriva ai numeri degli scorsi anni scolastici il personale in più è una risorsa sempre importante per la scuola.

WhatsApp
Telegram
Pubblicato in ATA

TFA sostegno VIII ciclo 2023, diventa docente di sostegno: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, a richiesta proroga di una settimana