Supplenze: alla primaria in cattedra docenti “arrugginiti”

WhatsApp
Telegram

La Buona Scuola, considerata la principale responsabile del caotico avvio del corrente anno scolastico, continua a far discutere per di diverse motivi, tra cui gli effetti determinati dallo svuotamento delle graduatorie ad esaurimento con la conseguente difficoltà a reperire i supplenti.

Al riguardo, sul Corriere della Sera – Brescia, è oggi intervenuto il dirigente dell’ATP Mario Maviglia, che ha evidenziato gli effetti suddetti.

Maviglia, dopo una breve premessa sulle difficoltà dei dirigenti scolastici nel reperire i supplenti soprattutto nella scuola primaria, ha sottolineato che, a causa dello svuotamento delle GaE, si è costretti a ricorrere alle graduatorie di istituto, dove si sono inseriti nel 2014 numerosi diplomati magistrale, molti dei quali non hanno mai messo piede in un aula scolastica.

Il dirigente dell’ATP di Brescia definisce molti dei supplenti, in possesso del titolo citato, “arrugginiti” che sanno ben poco di didattica e poco competenti, sebbene diversi altri diplomati magistrale abbiano intrapreso la professione docente con molto entusiasmo e passione.

I dirigenti scolastici- ha proseguito Maviglia – hanno dovuto gestire “situazioni complicate e genitori furiosi”.

A quanto suddetto si è aggiunta l’impossibilità a reperire supplenti in caso di assenze e malattia dei docenti in organico, per supplire i quali si è fatto ricorso alla Cattolica, affinché segnalasse i giovani neolaureati poco esperti ma fortemente motivati.

Emergenza supplenze, cercare docenti su FB: l’ extrema ratio di un DS di Torino

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur