Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Supplenze a.s. 2023/24, cosa succede se accetto e poi mi individuano per il ruolo?

WhatsApp
Telegram

Un docente, che ottiene una supplenza sino al termine delle attività didattiche ovvero sino alla fine dell’anno scolastico e poi viene individuato per il ruolo da GM, può accettarlo?

Rispondiamo ad un quesito posto in redazione da una nostra lettrice, ricordando dapprima la tempistica relativa alle varie operazioni dell’avvio anno scolastico, supplenze e ruoli compresi.

Operazioni avvio anno scolastico

Le operazioni di avvio dell’anno scolastico, com’è noto, iniziano con la costituzione degli organici (e pensionamenti) e terminano con l’assegnazione delle supplenze (almeno per quanto riguarda i docenti). Ecco l’ordine:

  1. costituzione organico autonomia
  2. mobilità territoriale e professionale
  3. mobilità annuale
  4. immissioni in ruolo
  5. assegnazione incarichi da GPS prima fascia sostegno finalizzati al ruolo (per il solo a.s. 2023/24) e supplenze al 30/06 e al 31/08

Costituzione organici

La costituzione dell’organico dell’autonomia, il cosiddetto organico di diritto, è già avvenuta, secondo le istruzioni fornite dal Ministero con la nota del 12 aprile 2023. Qui le tabelle relative a tutti i posti del predetto organico

Mobilità territoriale e professionale

La mobilità del personale docente, ossia i trasferimenti e i passaggi di ruolo/cattedra, è stata già effettuata e i docenti interessati hanno conosciuto gli esiti il 24 maggio 2023.

Mobilità annuale

In seguito all’intesa sottoscritta con i sindacati e alla successiva nota n. 34778 del 14/06/2023, il MIM ha dato il via alle operazioni di utilizzazione e assegnazione provvisoria. Al momento, i docenti interessati sono impegnati nella presentazione delle relative domande, che si possono presentare sino al prossimo 5 luglio. Assegnazioni provvisorie docenti [LO SPECIALE]: domanda fino al 5 luglio, AGGIORNATO con VIDEOTUTORIAL “Tutti i passaggi per non sbagliare”

Le operazioni, come leggiamo nella  nota succitata, dovranno concludersi entro il 4 agosto 2023, diversamente da quanto accaduto negli anni scorsi e da quanto previsto nel CCNI 2019/22, dove leggiamo che le predette operazioni devono concludersi entro il 31 agosto. L’anticipo delle assegnazioni provvisorie e delle utilizzazioni rientra nel piano del MIM di anticipare tutte le operazioni propedeutiche all’inizio dell’anno scolastico, in modo da avere tutti docenti in cattedra dal 1° settembre.

Immissioni in ruolo

Anche in questo caso, il Ministero punta ad anticipare i tempi. L’obiettivo dichiarato dal Ministro è quello di svolgere le operazioni di immissioni in ruolo tra la fine di giugno e la metà di luglio. Ciò, grazie anche alle modifiche che saranno apportate alla piattaforma, attraverso la quale ogni anno gli interessati compilano la domanda o meglio le due previste istanze (una prima domanda per la scelta provincia-posto/classe di concorso e poi una seconda istanza per la scelta sede). Immissioni in ruolo docenti 2023, ecco come si svolgeranno. Novità per compilazione della domanda [LO SPECIALE]

Incarichi e supplenze

Per l’a.s. 2023/24, come già lo scorso a.s., si svolgerà una procedura straordinaria di assunzione sui posti di sostegno residuati dalle immissioni in ruolo ordinarie (da GaE, GM e Call veloce), attingendo dalle GPS sostegno prima fascia e relativi elenchi aggiuntivi. Gli aspiranti saranno assunti a tempo determinato nel 2023/24, per poi essere immessi in ruolo nel 2024/25. Leggi qui per conoscere l’articolazione della procedura straordinaria

I docenti interessati presenteranno un’unica istanza sia per i suddetti incarichi che per le supplenze, compilando le relative sezioni di interesse.

Gli aspiranti, inclusi in GaE e in GPS posto comune (I e II fascia) e di sostegno (II fascia), presenteranno la suddetta medesima domanda, senza però concorrere per gli incarichi finalizzati al ruolo.

Anche per l’assegnazione delle supplenze, la volontà del Ministero è quella di anticipare le operazioni, che in genere si sono svolte alla fine di agosto, protraendosi anche durante il mese di settembre.

Quesito

Una nostra lettrice chiede quanto segue:

Sono in GM ma non so, come chiunque credo, se verrò chiamato per un posto a tempo indeterminato. Volevo dare quindi la disponibilità per supplenze. Cosa succede se mi chiamano per una supplenza e accetto, ma poi vengo anche chiamato come scelto dalla GM? Posso lasciare la supplenza o sono obbligato a rifiutare la chiamata dalla GM e quindi, da quanto ho letto in giro, perdere il posto in GM?

Come detto sopra, le operazioni di immissione in ruolo si svolgono prima dell’assegnazione delle supplenze, pertanto il problema non dovrebbe porsi. E’ vero, però, che possono verificarsi delle immissioni in ruolo per surroga (in seguito a rinunce), per cui l’individuazione potrebbe arrivare successivamente all’assegnazione di un’eventuale supplenza. In tal caso, la lettrice deve lasciare la supplenza per accettare il ruolo, cosa che può fare (al riguardo non sono previste sanzioni che intaccano l’assunzione in ruolo. Per le supplenze vedi di seguito). Viceversa, non può rinunciare al ruolo, perché altrimenti verrebbe depennata dalla GM (come leggiamo nelle annuali istruzioni operative sulle immissioni in ruolo) con conseguente impossibilità di essere assunta a tempo indeterminato.

Per completezza di informazione, qualora succedesse quanto prima descritto, la lettrice non potrebbe accettare supplenze (per qualunque classe di concorso/posto di inclusione) per il biennio di vigenza delle GPS o delle GaE (si tratterebbe infatti di abbandono del servizio). Ciò, però, una volta entrata di ruolo, importerebbe poco alla stessa (lettrice) sia perché starebbe svolgendo il servizio a tempo indeterminato sia perché, superato l’anno di prova, verrebbe cancellata da ogni altra GM, da GaE e GI (sulle GPS il MIM dovrebbe chiarire la disposizione di cui all’articolo 13/5 del D.lgs. 59/2017).

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso