Supplenze, 24 CFU obbligatori per domanda di messa a disposizione?

Stampa

Gli aspiranti docenti che presentano domanda di messa a disposizione (MAD) devono essere in possesso dei 24 CFU in discipline psicopedagogiche e metodologie didattiche? Sì e no. 

Qualora il Dirigente Scolastico si trovi nella condizione di dover attribuire una supplenza fuori graduatoria, quali criteri potrà utilizzare per scegliere il candidato. Ricordiamo che la normativa non impone ai Dirigenti Scolastici di stilare eventuali graduatorie delle domande pervenute.

A questo punto, appare logico pensare che tra un aspirante in possesso di titolo di studio completo (con i CFU necessari per l’accesso alla classe di concorso) e i 24 CFU utili per l’insegnamento sia da preferire a chi si presenta con il titolo di studio incompleto.

Laurea (con i CFU contemplati dal DPR 19/2016 e dm 259/2017) + 24 CFU in discipline psicopedagogiche e metodologie didattiche rappresenta infatti il titolo di accesso alla II fascia delle GPS graduatorie provinciali e di istituto per le supplenze, come disciplinato dall’OM n. 60/2020.

D’altronde il titolo completo è anche requisito di accesso per il prossimo TFA sostegno per il conseguimento della specializzazione sostegno, per cui deve essere considerato come basilare per l’insegnamento.

I 24 CFU

La normativa che regola i 24 CFU è il decreto del 10 agosto 2017, n. 616. Chi sta per conseguire la laurea potrà effettuare gli eventuali esami aggiuntivi gratuitamente.

Ricordiamo che il Miur durante il Ministero guidato da Valeria Fedeli ha calmierato il prezzo massimo che le università statali possono richiedere ai corsisti, ponendolo a 500 euro, da ridurre in proporzione al reddito e al numero di crediti da conseguire.

Programmi 24 CFU da studiare per ogni classe di concorso

il decreto del 10 agosto 2017, n. 616 contiene gli allegati A,B,C con le indicazioni degli obiettivi formativi, dei contenuti generali e dei crediti assegnabili.

Come acquisire i 24CFU

I 24 CFU potranno essere acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra curricolare.

I crediti potranno essere acquisiti esclusivamente presso enti interni al sistema universitario o dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica.

Si potranno acquisire per modalità telematica un massimo di 12 crediti. Potranno essere riconosciuti anche i crediti conseguiti nell’ambito di Master, Dottorati di ricerca, Scuole di specializzazione.

Sei crediti, inoltre, vanno acquisiti in almeno tre di questi ambiti disciplinari:

1) pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione;

2) psicologia:

3) antropologia;

4) metodologie e tecnologie didattiche.

Tabella Miur su come conseguirli e come certificare quelli già conseguiti

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur