Supplenze 2021: chi partecipa a secondo e terzo turno? I dubbi dei docenti

Stampa

Supplenze docenti 2021: l’algoritmo che assegna con sistema informatizzato le cattedre al 31 agosto o 30 giugno 2022, sulla base delle scelte operate dagli iscritti in GaE e GPS entro il 21 agosto funziona correttamente? I dubbi dei nostri lettori, ancora senza incarico nonostante la buona posizione in graduatoria rispetto a colleghi con punteggio inferiore.

Secondo turno supplenze: si parte dall’ultimo nominato?

I dubbi dei nostri lettori

Sono un Ass. Tecnico a tempo indeterminato, sono nelle graduatorie GPS I fascia come docente AAAA , durante le nomine ho visto che persone dopo la mia posizione hanno preso la supplenza saltandomi perché non avevo inserito ad agosto quella scuola, e va bene. Nel frattempo alcune insegnanti prima della mia posizione, hanno lasciato la supplenza per prenderne un’altra in un profilo superiore oppure non hanno preso servizio (nelle scuole che avevo inserito).

Quindi il posto era tornato libero, l’hanno rimesso alla seconda nomina continuando dall’ultimo chiamato e, non tornando indietro. Non mi sembra corretto in quanto se non avessero accettato subito la supplenza poteva essere mia, invece mi hanno detto che il programma mi ha scartato come se io avessi rinunciato, quando realmente non è così perché i posti nelle scuole che avevo inserito erano esauriti. Essendo ritornati vacanti, non sono tornati indietro ma sono andati avanti dandoli a persone dopo di me ed anche di II fascia. Per conto mio non hanno usato bene il programma, oppure non è corretto quel tipo di programma, in quanto fa lavorare persone nuove con poco punteggio e, lascia indietro quelle con un maggiore punteggio.”

Sono un docente di s.s. che ha presentato istanza per l’assegnazione di cattedre al 30.06 o 31.08 tramite GPS. Al primo turno, sono stato nominato su cdc a047 espressione della mia quinta preferenza che ho rifiutato. Al secondo turno, in seguito a rinunce e nuove disponibilità , visto l’art. 14 dell.OM 60 nel quale la penalità si applica solo alla cdc di rinuncia, avrei dovuto partecipare secondo la graduatoria e in base alle mie preferenze a nuove nomine che sono state assegnate ad altri aspiranti più in basso di graduatoria rispetto a me.

La risposta dell’ust è stata la seguente “le nomine per disponibilità sopraggiunte ripartono dall’ultimo aspirante convocato al primo turno, e pertanto lei anche se veniva prima in graduatoria è stato saltato perché al primo turno l’algoritmo ha convocato aspiranti con meno punteggio” È corretta questa procedura?!

Ho notato che le seconde nomine dell’ust di Padova e “giustamente” aspiranti che risultato rinunciatari presso altre cdc sono stati nuovamente considerati per ulteriori nomine su altre cdc, in quanto la penalità riguarda solo ed esclusivamente quella graduatoria di insegnamento rifiutata. Ma quindi ogni UST interpreta la norma a proprio modo?!

La cattedra “torna indietro” per rinuncia. A chi va assegnata

Sostanzialmente i due quesiti possono essere assimilati: un docente nominato al primo turno o che ha rinunciato su una classe di concorso, partecipa al secondo turno?

Se le nomine venissero effettuate manualmente, si farebbe presto a dire di sì. Eppure anche nelle nomine informatizzate è necessario inserire dei filtri affinché determinate precedenze siano rispettate.

Invitiamo i docenti a contattare i sindacati del territorio in modo da poter mettere ordine nella faccenda.

Questo il modo in cui l‘Ufficio Scolastico di Torino ha spiegato le modalità di conferimento degli incarichi al secondo turno.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur