Supplenze, 15.000 fino al 31 agosto vengono dai posti non coperti dalle assunzioni

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Ci sono graduatorie che non si svuotano e graduatorie nelle quali i posti autorizzati per il ruolo rimangono vacanti a causa della mancanza di aspiranti sia in GaE che nelle graduatorie del concorso a cattedra 2016.

Se lo sforzo di autorizzare quasi 52.000 immissioni in ruolo non può che essere encomiabile, d’altra parte la distribuzione a livello di classi di concorso e province lascia perplessi, dato che per il secondo anno consecutivo si verifica la stessa situazione.

Da una prima ricognizione (ma le procedure non sono ancora terminate) il sindacato FLCGIL parla di 15.000 posti che non saranno occupati, e di questi 10.000 su sostegno.

U posto su sei rimane scoperto a Milano dopo le assunzioni per il mancato aggiornamento e inserimento nelle Gae; “In provincia di Milano la carenza di docenti si fa sentire. Terminato il giro di convocazioni, restano scoperte ancora numerose cattedre. Secondo i dati diffusi da provveditorato, alle medie resteranno nelle mani dei precari una cattedra su due, mentre alle superiori una su cinque. Copertura totale invece per l’Infanzia, così come per la primaria. Particolare carenza per quanto riguarda il sostegno e la matematica alle medie” scrive il sindacato Anief.

Posti che potranno essere assegnati a supplenza fino al 31 agosto, da II fascia delle graduatorie di istituto. Quella che non accede al ruolo, quella che deve affrontare il concorso non selettivo e l’anno di FIT per partecipare alle assunzioni.

Intanto le supplenze ci saranno.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione