Supplenza ATA: in quali casi i giorni di sospensione delle attività rientrano nel contratto

WhatsApp
Telegram

Scuole chiuse per elezioni, interruzioni di contratto. La normativa sulle supplenze. 

Una nostra lettrice chiede

Quest’anno ho iniziato a lavorare nelle scuole facendo supplenze temporanee come collaboratore scolastico, l’ultimo contratto (che devo ancora firmare perché ho espresso in segreteria la necessità di documentarmi prima di firmarlo) mi avevano detto che sarebbe stato dal 2 al 31 maggio poiché la collega che sostituisco per due ore al giorno ha preso il congedo parentale, ma adesso vogliono farmi firmare fino al 24  maggio e poi propormi (forse) un altro contratto dal 29 al 31 maggio, dato che la scuola rimarrà chiusa a causa delle elezioni dal 25 al 28. In segreteria mi é stato detto che la scuola non può tenere un supplente temporaneo per 4 giorni con la scuola chiusa. 

Vorrei sapere innanzitutto se possono interrompere il contratto il 24 maggio per questo motivo. Inoltre vorrei sapere se é un mio diritto richiedere che il contratto si concluda domenica 26 dato che lavoro dal lunedì al venerdi, almeno accumulerei 2 giorni per il calcolo del punteggio. Fino ad ora i contratti che ho firmato includevano anche il sabato e la domenica, ad esempio l’ultimo a diciotto ore non finiva di venerdi ma di domenica! 

di Giovanni Calandrino – Gent.ma, la risposta è fornita dalla circolare annuale delle supplenze (Istruzioni e indicazioni operative in materia di supplenze al personale docente, educativo ed A.T.A.) prot. n. 37856 del 28-08-2018.

[omissis] Ove al primo periodo di assenza del titolare ne consegua un altro, o più altri, senza soluzione di continuità o interrotto da giorno festivo, o da giorno libero, ovvero da entrambi, la supplenza temporanea, viene prorogata nei riguardi del medesimo supplente già in servizio, a decorrere dal giorno successivo a quello di scadenza del precedente contratto.

Si ricorda inoltre quanto disposto dall’art. 40, comma 3 e 60 commi 1 e 2, del CCNL 29/11/2007, secondo cui qualora il titolare “…si assenti in un’unica soluzione a decorrere da una data anteriore di almeno sette giorni all’inizio di un periodo predeterminato di sospensione delle lezioni e fino a una data non inferiore a sette giorni successivi a quello di ripresa delle lezioni, il rapporto di lavoro a tempo determinato è costituito per l’intera durata dell’assenza. Rileva esclusivamente l’oggettiva e continuativa assenza del titolare, indipendentemente dalle sottostanti procedure giustificative dell’assenza del titolare medesimo.

Le domeniche, le festività infrasettimanali nonché, per i docenti, il giorno libero dell’attività di insegnamento, ricadenti nel periodo di durata del rapporto medesimo, sono retribuite e da computarsi nell’anzianità di servizio. Nel caso di completamento di tutto l’orario settimanale ordinario, si ha ugualmente diritto al pagamento della domenica ai sensi dell’art. 2109, comma 1, del codice civile”.

Dunque se la titolare continuerà l’assenza per altri 7 giorni dopo il 28 maggio, il suo contratto dovrà essere costituito per l’intera durata dell’assenza, pertanto i giorni dal 25 al 28 rientreranno all’interno del suo contratto.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Eurosofia mette a disposizione i propri esperti