Supplentite. Termine infelice ed improprio

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

Il termine "supplentite" – dicono coloro che di supplenze vivono – non crea un clima di confronto sereno e costruttivo. E’ fin troppo chiara l’importanza che i supplenti hanno rivestito per la scuola italiana negli ultimi decenni.

Il termine "supplentite" – dicono coloro che di supplenze vivono – non crea un clima di confronto sereno e costruttivo. E’ fin troppo chiara l’importanza che i supplenti hanno rivestito per la scuola italiana negli ultimi decenni.

Il Gruppo Facebook  "Supplenti della Scuola per la Qualità e Dignità del Lavoro" ne è certo: senza le supplenze lunghe e brevi la Scuola non avrebbe retto e, ad oggi, la Scuola non reggerebbe.

E, a dimostrazione di ciò, fa riferimento a quei distretti scolastici del centro nord e nord est dove non ci sono supplenti a sufficienza: il risultato sono bambini disabili senza sostegno e classi frequentemente senza insegnanti.

Segui su Facebook gli aggiornamenti della scuola e partecipa alle conversazioni

Per non parlare del fatto che quando non si utilizzano i supplenti il diritto allo studio e la sicurezza vengono gravemente violati.  Soprattutto nelle scuole medie ed elementari vi sono quotidiane migrazioni di alunni che rimangono senza insegnante e che vengono accorpati ad altre classi. In questo modo si arriva spesso anche a 30 presenze per classe in spazi angusti violando così in maniera evidente anche il Testo Unico sulla Sicurezza 81/08. Si reca in questo modo un danno gravissimo sia agli alunni che non hanno l’insegnante. perché assente e non viene sostituita, sia agli alunni che hanno l’insegnante ma che devono dividere spazi in un clima spesso confusionale e di più difficile gestione. E si reca danno a tutte le altre classi al lavoro perchè la continua migrazione nei corridoi di decine di alunni "felici" genera interruzioni del lavoro e perdita di tempo prezioso.

I supplenti avanzeranno quindi le loro proposte su #labuonascuola al Governo e alle Commissioni parlamentari preposte.

Leggi il comunicato

WhatsApp
Telegram

Concorso Dirigenti scolastici, preselettiva superata? Preparati per lo scritto