Supplenti sostegno: e’ ancora emergenza, ma i posti di ruolo rimarranno vuoti

WhatsApp
Telegram

Mentre in Parlamento si discute sulle deleghe attuative della legge n. 107/2015, tra le quali quelle relative al reclutamento e all’inclusione scolastica degli alunni disabili, le scuole sono alle prese con l’individuazione di supplenti per sostituire i colleghi assenti.

Il problema, se non è di poco conto per i posti comuni, diventa di una certa gravità per gli studenti disabili che, com’è noto, hanno la necessità di essere seguiti ed avere una figura di riferimento.

Ultimo grido d’allarme in ordine di tempo giunge dalla Liguria, come leggiamo su ” Il Secolo XIX”, dove diversi dirigenti scolastici denunciano la situazione di emergenza continua ogni qual volta è necessario sostituire un docente assente.

I dirigenti lamentano il fatto che le graduatorie, sia quelle ad esaurimento che quelle di istituto, sono ormai esaurite e si deve ricorrere alle domande di messa a disposizione, ma nemmeno con queste si riesce a risolvere il problema, soprattutto per le supplenze brevi. Infatti, chi presenta domanda di messa a disposizione, spesso docenti del meridione, non si sposta certo per poche settimane di supplenza.

La carenza di insegnanti, sottolineano i dirigenti intervenuti, riguarda soprattutto i docenti di sostegno, con tutte le conseguenze del caso.

Il concorso, che avrebbe dovuto alleviare la suddetta problematica, si è rivelato un semi fallimento, considerati i numeri degli ammessi. In Liguria, ad esempio, i posti bandi sono 132, i partecipati 126 e coloro i quali hanno superato la selezione soltanto 76. Da tali dati, dunque, si evince che 56 posti rimarranno vacanti e saranno affidati a supplenti, posto che se ne trovino.

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro