Supplenti senza stipendio alla mensa Caritas. Chimienti (M5S) ripropone il caso in Aula

Stampa

La denuncia sul Corriere.it è di quella che lasciano l'amaro in bocca. Per un Ministero che si fregia di aver risolto in poco tempo problemi decennali della scuola, ma che su questo argomento certamente non fa una bella figura.

La denuncia sul Corriere.it è di quella che lasciano l'amaro in bocca. Per un Ministero che si fregia di aver risolto in poco tempo problemi decennali della scuola, ma che su questo argomento certamente non fa una bella figura.

Ma le parole stanno a zero. Abbiamo riempito pagine delle denunce dei sindacati, del M5S, della Lega, dei precari esasperati da questa situazione, gruppi Facebook hanno stilato la classifica delle scuole inadempienti, lettere a destra e manca, ma non cessa il balletto di responsabilità tra Miur e MEF.

Da entrambe le parti il lavoro svolto sembra essere perfetto, eccellente, eppure alla vigilia della sospensione delle attività per la pausa natalizia, sono ancora molti i precari supplenti temporanei che non hanno ancora ricevuto gli stipendi, in alcuni casi da settembre

E mentre il Ministero si è affrettato a dare rassicurazione ai neoassunti in fase C (stipendio e bonus entro dicembre), per i suppenti temporanei ad oggi non è stata spesa una parola e finora ci risulta inascoltata anche la richiesta di incontro presentata dai sindacati per discutere della questione.

Sappiamo che oggi l'On. Chimienti (M5S) riproporrà la questione in Aula, per sensibilizzare allo sbloco dei pagamenti.

Rimane, scritta nero su bianco, anzi nei conti corrente dei precari, una brutta pagina della Buona Scuola.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!