Supplenti dei vicari Dirigenti. Saranno pagati con fondi contratto Ds

WhatsApp
Telegram

Comunicato Anp – A seguito dell’incontro di informativa tenutosi nella mattinata di oggi l’Anp ha deciso di inviare una lettera al Ministro Carrozza, al Capo di Gabinetto e al Capo dell’ufficio legislativo per chiedere una riformulazione del comma 7 dell’art.17 relativo alle modalità di pagamento dei supplenti che sostituiranno i vicari esonerati.

Riportiamo il testo completo del comma 7:

Comunicato Anp – A seguito dell’incontro di informativa tenutosi nella mattinata di oggi l’Anp ha deciso di inviare una lettera al Ministro Carrozza, al Capo di Gabinetto e al Capo dell’ufficio legislativo per chiedere una riformulazione del comma 7 dell’art.17 relativo alle modalità di pagamento dei supplenti che sostituiranno i vicari esonerati.

Riportiamo il testo completo del comma 7:

«7. Alla sostituzione dei docenti in esonero ai sensi del comma 5 si procede con supplenze temporanee, il cui termine finale di durata è individuato contestualmente alle cessazioni di cui al comma 6. Alla relativa spesa si dà copertura a valere sulle facoltà assunzionali relative ai dirigenti scolastici con riferimento alle assunzioni già autorizzate e, in subordine, mediante utilizzo delle risorse iscritte sul Fondo unico nazionale per la retribuzione di posizione e di risultato dei dirigenti scolastici. Il Ministero dell’economia e delle finanze è autorizzato, con proprio decreto, ad apportare le necessarie variazioni di bilancio.»
Nel corso dell’incontro l’amministrazione ha illustrato alle organizzazioni sindacali dell’area V della dirigenza i contenuti degli articoli:
  • Art.12 (Dimensionamento delle istituzioni scolastiche) nel quale si prevede la soluzione del contenzioso con le Regioni circa la questione del dimensionamento consistente sostanzialmente nel via libera alla firma dell’accordo già trovato in sede di Conferenza Stato Regioni. In sostanza l’organico dei dirigenti corrisponderà nel prossimo anno scolastico a circa 8900 dirigenti, corrispondente alla media di un dirigente ogni 900 alunni;
  • Art. 17 (Dirigenti scolastici) nel quale si prevede una nuova modalità di reclutamento con cadenza annuale affidato alla Scuola nazionale dell’Amministrazione; la possibilità di esoneri dei vicari nelle le scuole date in reggenza nelle regioni in cui non è stato completato l’iter concorsuale; la nomina in corso d’anno dei vincitori al momento della pubblicazione della graduatoria di merito con contestuale cessazione delle reggenze e delle supplenze temporanee ai sostituti dei vicari esonerati che cesseranno dall’esonero; un numero di 300 candidati a Commissione, anziché 500, in Lombardia ed in Abruzzo;
  • Art. 18 (Dirigenti tecnici per il sistema nazionale di valutazione) che prevede finalmente l’assunzione dei vincitori del concorso a dirigente tecnico nel 2014;
  • Art. 8 (Percorsi di orientamento per gli studenti …) nel quale si prevede l’obbligo di inserire l’orientamento nel POF e l’obbligo dell’intero corpo docente di impegnarsi nei percorsi di orientamento in quanto rientranti nelle attività funzionali all’insegnamento;
  • Art. 16 (Formazione del personale scolastico) che prevede l’obbligo della formazione per tutti.
La delegazione dell’ANP, dopo aver manifestato soddisfazione per la chiusura della vicenda relativa al reclutamento dei dirigenti tecnici, ha espresso perplessità in modo particolare su due questioni:
  • l’introduzione all’art. 6 (Riduzione del costo dei libri scolastici) di sanzioni disciplinari per il dirigente qualora dia esecuzione a delibere del collegio dei docenti che superino i tetti di spesa annualmente fissati. In tal caso verrebbe sanzionato il dirigente al posto delle case editrici che cambiano i prezzi prima dell’acquisto dei testi scolastici e del collegio che non si dovesse adeguare ai predetti tetti di spesa. La questione rischia di tradursi in un contenzioso di cui non si sente la necessità;
  • la previsione del reperimento "in subordine" delle risorse dal Fondo unico nazionale dei dirigenti per pagare supplenti dei i vicari esonerati. Tale eventualità è per noi assolutamente inaccettabile, in quanto sembra si vogliano pagare i supplenti con i soldi dei dirigenti. E’ vero che la relazione tecnica che accompagna il DL 104 chiarisce la reale portata della questione, e cioè che il fondo unico nazionale serve a retribuire le reggenze dei dirigenti. Ma quello che conta è la formulazione letterale della norma di legge. Proprio per questo l’Anp ha deciso dopo l’incontro di inviare la lettera allegata, già citata in apertura di questo comunicato.
In conclusione della riunione relativa all’Area V, l’amministrazione si è dichiarata disponibile ad avviare una serie di incontri tecnici di approfondimento sulle questioni da noi sollevate
 

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro