Supplenti covid, c’è chi aspetta lo stipendio da 4 mesi. D’Uva (M5S): “Gravissimo. Questione sottoposta alla sottosegretaria Floridia”

Stampa

“È gravissimo che ci siano docenti supplenti e personale Ata con contratto Covid in attesa dello stipendio da 4 mesi. Parliamo di figure fondamentali che hanno consentito che la scuola italiana, nel bel mezzo di una pandemia, rimasse operativa, portando avanti le attività didattiche. Già vivere da precari è profondamente difficile e limita ogni progettualità. Se a questa precarietà, si aggiunge il mancato pagamento della retribuzione mensile, si crea una condizione di ingiustizia sociale che va risolta il prima possibile”.

Lo dichiara il deputato questore Francesco D’Uva.

Sono stato sollecitato da più parti – aggiunge in conclusione D’Uva – per trovare una soluzione a questo impasse. Per questo ho sottoposto la questione alla Sottosegretaria al Ministero dell’Istruzione, Barbara Florida, con la quale ci siamo attivati affinché il Ministro Bianchi si impegni per raggiungere una soluzione rapida. Lo dobbiamo a chi ha garantito che la scuola non si fermasse e che i nostri ragazzi continuassero, con regolarità, le loro lezioni“.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur