Supplenti ancora da nominare prima di Natale. Perché?

Stampa

A pochi giorni dalle vacanze di Natale le scuole si trovano senza supplenti in diversi casi. Ecco le principali motivazioni.

Fra pochi giorni inizieranno le vacanze di Natale ma ancora molte scuole non hanno tutti gli insegnanti al proprio posto: sono migliaia le cattedre scoperte a causa di ritardi nelle nomine dei supplenti. Specialmente al Nord.

Un esempio su tutti? A Firenze fino a pochi giorni fa mancavano ancora “100 docenti all’infanzia ( di cui 83 per il sostegno), 111 alla primaria (di cui 70 di sostegno), 86 alle medie ( di cui 28 di sostegno) e 151 alle superiori (di cui 25 di sostegno)”.

I motivi del ritardo

Sia chiaro: non si tratta del primo anno scolastico con precari ancora da collocare nelle scuole sotto Natale. Ma è innegabile che nell’anno del covid ci sono peculiarità non indifferenti che hanno portato a ciò.

E’ innegabile, prima di tutto, che l’emergenza covid abbia scoraggiato tantissimi candidati: moltissimi hanno rifiuta di spostarsi per paura di contrarre il virus. E questo ha limitato fortemente il grande flusso di supplenti di ogni anno che va  da Sud verso Nord, dove le cattedre sono tradizionalmente scoperte.

Non secondaria, come motivazione, la preparazione al concorso straordinario, che ha impegnato i docenti negli scorsi mesi: concorso che ancora non si è concluso a causa della pandemia e che sicuramente vedrà la fine entro il 2021.

Il resto è imputabile, secondo molti dirigenti e sindacati, al meccanismo delle Gps: se da un lato avrebbe snellito le procedure per il conferimento delle supplenze, dall’altro lato ci sono stati tanti problemi e ritardi che hanno condizionato pesantemente alcuni territori in special modo. Anche tutti questi intoppi hanno contribuito ad una situazione di cattedre vuote a fine anno.

Dopo il flop delle assunzioni ancora cattedre vuote

Eppure le supplenze sono diventate l’ultimo salvagente ad inizio anno scolastico, quando si era già capito che le immissioni in ruolo erano state un flop. Un dato indicativo in tal senso è fornito dall’Usr Lombardia: su 6143 posti di sostegno da coprire a tempo indeterminato, ne sono stati coperti solo 43. E se consideriamo che ancora le nomine dei supplenti non sono concluse…

 

 

 

Stampa

Eurosofia. Acquisisci punteggio in tempi rapidi per l’aggiornamento Ata: corso di dattilografia a soli 99 euro. Iscriviti ora