Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Supplente “covid” Personale ATA, ha diritto allo straordinario come tutti

Stampa

Supplenza COVID fino al 30 dicembre 2021: quante difficoltà per il personale assunto con supplenza breve e una vaga promessa di proroga per tutto l’anno scolastico.

Una nostra lettrice chiede

Sono stata assunta come collaboratore scolastico con contratto covid, questo è il secondo anno l’anno scorso mi è stato detto che non potevo fare altro che il lavoro ordinario, in questa scuola invece dicono addirittura che non solo possono chiederci straordinario,PON ed altro ,ma che non ci viene retribuito. È corretto? E comunque,possono obbligarmi?

di Giovanni Calandrino – gentilissima, la tipologia di supplenza dell’organico cosiddetto “covid” è a tutti gli effetti una supplenza breve e come tale va trattata. Dunque tutto il personale ATA sia a tempo indeterminato che a tempo determinato, in quanto autorizzate, compatibilmente con gli stanziamenti d’istituto, ha diritto alla retribuzione delle prestazioni eccedenti l’orario di servizio con le modalità definite in sede di contrattazione integrativa d’istituto.

Dunque è possibile retribuire le ore straordinarie a tutto il personale ATA.

ART.51 – ORARIO DI LAVORO ATA

 [omissis]

  1. In quanto autorizzate, compatibilmente con gli stanziamenti d’istituto, le prestazioni eccedenti l’orario di servizio sono retribuite con le modalità definite in sede di contrattazione integrativa d’istituto.

Si ricorda che le ore straordinarie sono sempre retribuite. Se il dipendente, per esigenze di servizio e previa disposizioni impartite, presta attività oltre l’orario ordinario giornaliero può richiedere, in luogo della retribuzione, il recupero di tali ore anche in forma di corrispondenti ore e/o giorni di riposo compensativo compatibilmente con le esigenze organizzative dell’istituzione scolastica.

IL PROGETTO PON È FACOLTATIVO E SEMPRE RETRIBUITO

Le prestazioni eccedenti l’orario di servizio sono a discrezione del dipendente, quindi previa disponibilità dello stesso a inizio anno scolastico (per i supplenti va chiesta all’atto della presa di servizio).

Dunque il PON è facoltativo ed è sempre retribuito. Si ricorda che la retribuzione è materia di contrattazione per cui è possibile stabilire compenso ad hoc al personale.

Stampa
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur