Superiori, prove INVALSI anche per discipline specifiche

di redazione
ipsef

red – Secondo quanto scrive Max Bruschi, consigliere del ministro Gelmini, sul proprio blog, si prospetta una vera e propria rivoluzione per quanto riguarda le prove INVALSI da somministrare alle superiori

red – Secondo quanto scrive Max Bruschi, consigliere del ministro Gelmini, sul proprio blog, si prospetta una vera e propria rivoluzione per quanto riguarda le prove INVALSI da somministrare alle superiori

Due le novità. Una riguarda l’adattamento delle prove al raggiungimento degli obiettivi di apprendimento fissati nelle nuove indicazioni nazionali. E l’elaborazione di un "set di prove che coinvolgano non solo le discipline fondamentali, ma anche […] le discipline specifiche dei vari percorsi"

Le prove INVALSI serviranno, inoltre, per testare la validità della riforma. Infatti, quest’anno le prove di valutazione "sono estese agli studenti che frequentano il secondo anno delle superiori ‘pre-riforma’. L’anno prossimo la valutazione riguarderà invece gli studenti al termine del primo biennio della riforma." Ciò consentirà una "lettura comparativa dei dati" che permetterà, " con le tutta le cautele del caso", di effettuare un paragone valutativo.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione