Sulle cattedre DAD. Lettera


item-thumbnail

Inviato da Antonio Esposito – L’ho provata e i risultati sono ottimi.

Credo che la formazione a distanza possa essere una chance a prescindere dalla questione virus.

Il ministero dovrebbe considerare la possibilità di “insegnanti DAD” da
poter essere così utilizzati ovunque per recuperi, approfondimenti, progetti di ricerca. Trovo che il “focus”, la concentrazione, l’efficienza, anche la solitudine (che non è una parolaccia per uno studente-studioso) concorrano ad una condizione formativa interessante e che guarda al futuro.

La componente sociale della scuola è indubbia, ma la associazione e la compresenza in ambito scolastico di ogni componente possibile … fa sì che poi dal tutto alla fine si ottenga il poco o il nulla, e meno di tutti lo scopo primario per la la quale la scuola esiste o dice di esistere.

Perchè il ministero non istutuisce cattedre DAD quindi?

Versione stampabile
soloformazione