Sulla scuola Renzi ammette di avere sbagliato. Turi (UIL): sono le scelte di merito che vanno corrette

WhatsApp
Telegram

Quando Matteo Renzi dice di mettere al centro dell’azione politica le persone e non gli algoritmi, ammette di avere sbagliato, ma non pensi che sia solo un problema di comunicazione e di coinvolgimento, ci sono anche scelte di merito che vanno corrette – così il segretario generale della Uil Scuola, Pino Turi, dopo le affermazioni del riconfermato segretario del Pd, sulla scuola.

Non sono scelte che riguardano il ruolo di intermediazione sindacale – aggiunge Turi  – che ha mostrato di essere necessario ed insostituibile, e che ora la ministra Fedeli sta tenacemente perseguendo.

Bisogna rimettere al centro dell’azione politica sulla scuola gli investimenti per la scuola statale. Ciò  significa ripristinare il pluralismo interno alla scuola, ridare anima e corpo alla libertà di insegnamento e tornare a dare fiducia alla scuola dell’autonomia, intesa come comunità libera ed indipendente, che non può essere confusa con quella della legge del Governo

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria, EUROSOFIA: Il 3 febbraio non perderti il webinar gratuito a cura della Prof.ssa Maria Grazia Corrao