Sulla carta del docente spunta l’asse che non ti aspetti: M5S e Italia Viva salvano il bonus 500 euro

WhatsApp
Telegram

Di tutto e di più nel pomeriggio che ha portato al varo della Legge di Bilancio. Nella bozza circolata poco dopo le 15, il governo aveva messo fine al bonus 500 euro, creato dal governo Renzi con la legge 107. La notizia, pubblicata da Orizzonte Scuola in anteprima, ha scatenato un vespaio di polemiche. Molte le critiche sui social da parte dei lettori, ma anche le forze politiche si sono subito mosse.

L’idea del ministro Bianchi era semplice: assorbire la carta docente all’interno del MOF (Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa e destinare i fondi per la valorizzazione della professionalità dei docenti così come previsto dal PNRR.

Il ministro voleva premiare i docenti più bravi, cioè coloro che sono dediti all’insegnamento, all’impegno nella promozione della comunità e la cura nell’aggiornamento professionale continuo.

Il tutto sarebbe confluito in un fondo specifico del MOF e sarebbe stato inserito nella contrattazione integrativa con l’avallo, più o meno chiaro, dei sindacati.

Farlo, però, togliendo la carta docente era troppo per il M5S e per Italia Viva. Si è creato, dunque, un inaspettato asse a difesa del bonus 500 euro: grillini e renziani, eterni rivali, soprattutto dopo la caduta del governo Conte, si sono ritrovati insieme per la battaglia della Carta. Telefonate infuocate, messaggi su Whatsapp di strenua difesa dello strumento.

Durante il Consiglio dei Ministri il M5S va oltre e si lancia pure in comunicati ufficiali, come quello di Vittoria Casa, presidente della Commissione Cultura alla Camera.

Alla fine la norma è stata stralciata, ma il progetto della valorizzazione della professionalità dei docenti rimane in piedi. Ai tecnici ministeriali l’onere di trovare una nuova soluzione.

Carta del docente, il governo fa un passo indietro: il bonus 500 euro rimane. Cancellazione viene stralciata dalla bozza [PDF]

WhatsApp
Telegram

Preparazione concorsi scuola: news webinar Infanzia e Primaria! Prepara anche Secondaria e DSGA