Suicidi docenti, Costarelli (ANP Lazio): “Un dato su cui riflettere, un campanello d’allarme sullo stato di salute dell’intero corpo insegnante”

WhatsApp
Telegram

L’incidenza del suicidio tra i docenti in Italia è diventata motivo di preoccupazione, evidenziando un bisogno urgente di esaminare il benessere psicologico del personale docente.

Un recente studio ha messo in luce che, negli ultimi dieci anni, cento docenti si sono tolti la vita nel Paese.

Cristina Costarelli, presidente dell’Associazione Nazionale Presidi Lazio e dirigente scolastica del Liceo Newton di Roma, ha sottolineato la necessità di dati più generali e stratificati per professione per analizzare correttamente questi casi.

Per una comprensione approfondita e completa del fenomeno, Costarelli ha evidenziato la necessità di dati statistici stratificati per professione, che attualmente mancano. Ogni dato statistico, ha aggiunto, deve essere confrontato con dati paralleli per determinare se l’incidenza del suicidio tra i docenti è in linea o meno rispetto ad altre professioni.

Nonostante la mancanza di dati comparativi, l’emergere di cento suicidi tra i docenti è un dato preoccupante che richiede un’analisi approfondita. Questa situazione, secondo Costarelli, è indicativa di un disagio profondo che necessita di essere esplorato e confrontato con dati generali della popolazione.

I risultati dello studio indicano un disagio evidente nella professionalità docente, associato a un carico psicologico e un’usura fisiologica. L’autorevolezza e l’autostima sono fattori cruciali per un docente, e queste vengono messe a dura prova dagli attacchi esterni, contribuendo ulteriormente al disagio.

Costarelli ha elogiato gli sforzi dell’attuale governo volti a consolidare la dignità della professione docente, interpretandoli come un supporto significativo in risposta a questi problemi. Ha inoltre enfatizzato l’importanza di avere un medico e uno sportello di ascolto nelle scuole. Al Liceo Newton, dove è preside, esiste già uno sportello di ascolto aperto a studenti e docenti, fornendo un primo livello di supporto che può indirizzare a interventi più specifici.

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti: pubblicati i bandi dei 30 e 60 cfu, scadenza 5 giugno, affidati ad EUROSOFIA E.C.P. Pegaso