Successo formativo: non dipende dal numero di alunni per classe, ma dall’abilità dei docenti. Uno studio dell’Economist

Stampa

La formazione dei docenti è uno dei temi sempre al centro del dibattito sulla scuola, poiché da essa dipende il successo scolastico e formativo dei nostri allievi. Non a caso, la legge n. 107/2015 ha reso la formazione dei docenti obbligatoria, permanente e strutturale, prevedendo un sistema articolato in due livelli: uno nazionale e uno a livello di istituzione scolastica o reti di scuola (per approfondire clicca qui). 

La formazione dei docenti è uno dei temi sempre al centro del dibattito sulla scuola, poiché da essa dipende il successo scolastico e formativo dei nostri allievi. Non a caso, la legge n. 107/2015 ha reso la formazione dei docenti obbligatoria, permanente e strutturale, prevedendo un sistema articolato in due livelli: uno nazionale e uno a livello di istituzione scolastica o reti di scuola (per approfondire clicca qui). 

Altri fattori considerati importanti per il successo dei nostri alunni, oltre alla formazione dei docenti, sono considerati ad esempio il numero di alunni per classe, la divisione delle classi in gruppi di livello, l'innovazione digitale nell'ambito della didattica…Tali fattori, secondo uno studio pubblicato sull'Economist, non sono affatto determinanti, al contrario della formazione degli insegnanti, unico aspetto che influisce sul percorso formativo degli alunni.

Lo studio suddetto, effettuato da John Hattie, ricercatore dell’università di Melbourne, ha preso in esame gli effetti di svariati approcci educativo-didattici su un campione di 250 milioni di studenti ed ha dimostrato che sono l'esperienza e la capacità del docente a determinare il successo formativo degli allievi: l'abilità dell'insegnante è l'unico elemento che fa la differenza. 

Dall'analisi, si passa poi alla proposta: innalzare il livello medio degli insegnanti, tramite un processo di formazione continua in aula. L'idea sarebbe quella di mandare gli insegnanti a lezione. 

Non mancano al riguardo modelli di riferimento, come ad esempio la Relay Graduate School of Education o la «Teach for America», che sono delle vere e proprie scuole per docenti,  in cui si approfondiscono tematiche legate alle scienze cognitive, si svolgono attività di tirocinio in classe e confronto con i colleghi, e  in cui si è affiancati da insegnanti di fama ed esperienza.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!