Subordinare assunzioni a piano straordinario mobilità. A chiederlo i “Docenti immobilizzati”

di redazione
ipsef

Secondo il Gruppo "Docenti immobilizzati", bisogna subordinare ad un piano di mobilità straordinaria per tutti i docenti già assunti a tempo indeterminato, le nuove assunzioni dei precari.

Secondo il Gruppo "Docenti immobilizzati", bisogna subordinare ad un piano di mobilità straordinaria per tutti i docenti già assunti a tempo indeterminato, le nuove assunzioni dei precari.

Si tratta dei docenti che lavorano in altra provincia e che chiedono la possibilità di potersi avvicinare a casa attraverso un piano di mobilità per tutti, eliminati tutti i vincoli legislativi, "anche su organico funzionale, prima dell'assunzione dei docenti precari".

"Siamo stati – ha detto la appresentante del movimento – trascinati in una situazione che non abbiamo voluto: siamo in mezzo, perché il Piano assunzioni e l'organico dell'autonomia porteranno un blocco per decenni per i docenti in mobilità. Non ci sarà più un trasferimento dei docenti fuori provincia e non ci saranno più le utilizzazioni. Chiediamo la riapertura della mobilità con un piano straordinario, che sia aperto a tutti i docenti in ruolo".

Secondo i "Docenti immobilizzati", è la costituzione che tutela il diritto dei cittadini al ricongiungimento familiare, mentre la convenzione europea dei diritti dell'uomo, garantisce la libera circolazione delle persone e non può essere certo impedita all'interno dello Stato italiano.

Segui con OrizzonteScuola.it la diretta delle audizioni

Tutto sulla Buona Scuola

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare