Studio lingue e tradizioni appartenenti a minoranza linguistica: presentazione progetti entro 25 ottobre

Stampa

Il ministero dell’Istruzione pubblica l’avviso relativo al piano di interventi e di finanziamenti per la realizzazione di progetti nazionali e locali nel
campo dello studio delle lingue e delle tradizioni culturali appartenenti ad una minoranza linguistica (Legge 15 dicembre 1999, n. 482 art. 5)

Per tutelare e promuovere minoranze linguistiche tutelate dalla Legge 15 dicembre 1999, n. 482, si è costituita una Rete nazionale delle scuole con lingua di minoranza come “luogo” di incontro e di confronto permanente sulle questioni didattiche, metodologiche, valutative e organizzative dell’insegnamento delle lingue di minoranza.

Il MI invita i Dirigenti scolastici degli istituti statali o dipendenti dalle regioni e province autonome del primo ciclo situati in “ambiti territoriali e subcomunali delimitati in cui si applicano le disposizioni di tutela delle minoranze linguistiche storiche” (art. 3 della succitata legge 482/1999) a presentare, anche con il coinvolgimento di scuole paritarie, percorsi progettuali in rete per il biennio 2021/2023 che abbiano ad oggetto la seguente tematica da sviluppare secondo le peculiarità della propria offerta formativa: Lingua, patrimonio culturale e sviluppo sostenibile.

Requisiti di ammissione:

a) Cooperazione in rete. Poiché si intende incentivare la cultura della cooperazione tra scuole, la rete dovrà essere costituita da un minimo di tre istituzioni scolastiche e dovrà avere un’apprezzabile rappresentatività sul territorio. Eccezionalmente, le scuole impossibilitate a formare reti in quanto site in comunità circoscritte ad un ambito territoriale ristretto (un solo paese/istituzione scolastica) potranno presentare progetti singoli.

b) Continuità. Ogni proposta progettuale dovrà presentare un’articolazione biennale e dovrà essere realizzata nell’arco dei due anni scolastici 2021/2022 – 2022/2023. Le istituzioni scolastiche finanziate dovranno compilare una scheda di monitoraggio in itinere sullo stato dell’arte delle attività svolte, al termine del primo anno di attività e provvedere alla rendicontazione finale con una scheda di monitoraggio conclusiva, alla fine del biennio.

c) Osservanza dei termini e delle modalità. Saranno ammessi al finanziamento soltanto i progetti ad articolazione biennale presentati dalla scuola capofila entro il termine stabilito, corredati da un accordo di rete formale con almeno altre due diverse istituzioni scolastiche. Non saranno ammesse al finanziamento le scuole/reti che hanno beneficiato dell’erogazione dei finanziamenti per il biennio 2020 – 2022.

Le proposte progettuali andranno inviate tramite pec all’indirizzo [email protected] e all’indirizzo di posta elettronica: [email protected] entro e non oltre il 25 ottobre 2021.

Nota

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione