Studenti pubblicano su Internet un fotomontaggio del docente. Giudici riducono risarcimento da 60 a 5 mila euro

di redazione

item-thumbnail

Ieri una importante ordinanza da parte della Cassazione, la n. 9713 del 2020 con la quale si affronta una delicata tematica, quella cyberbullismo subito dai docenti.

Due studenti di un Liceo hanno creato una pagina Web nella quale venivano inserite delle immagini frutto di fotomontaggio che rappresentavano un docente con abiti femminili.

Il giudice di primo grado aveva condannato gli studenti a 30 mila euro ciascuno, somma che veniva ridotta a 5 mila euro complessivi anche in virtù del fatto che la pagina Web aveva ricevuto 322 visite limitando la diffusione agli studenti della scuola e al personale.

In Cassazione, tenuto conto dell’assenza del danno patrimoniale, ha confermato quanto disposto dalla Corte d’appello quantificando il risarcimento in 5 mila euro complessivi.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione