Studenti promossi con 9 in condotta. Docente ferita dai pallini: “Sono stata umiliata, potevo perdere l’occhio”

WhatsApp
Telegram

Una battaglia lungi dall’essere finita. Queste le parole di Maria Cristina Finatti, professoressa di Scienze dell’Istituto Tecnico Itis “Viola Marchesini” di Rovigo, vittima di un attacco da parte dei suoi studenti nell’ottobre scorso, in un’intervista al Corriere della Sera.

La docente, colpita al volto da pallini di una pistola ad aria compressa, esprime la sua delusione nel vedere che due dei responsabili sono stati promossi, malgrado l’atto grave.

“È una mancanza di considerazione nei miei confronti. Quell’episodio è stato trasformato in un ‘gioco’, e ora viene ulteriormente sminuito dalla promozione”, afferma la professoressa. La Finatti, sottolinea il ruolo della mascherina che quel giorno le ha salvato l’occhio, e racconta la sua delusione verso il sistema scolastico, che a suo avviso non protegge adeguatamente le vittime.

Nonostante la sua frustrazione, la professoressa sceglie di andare avanti con la sua denuncia. “Non voglio penalizzare i ragazzi, ma sono stata umiliata dal loro video”, dice la Finatti, “è come se avessi inventato tutto, e ciò che dico viene distorto”.

Il fatto che gli studenti non siano stati bocciati per l’incidente del precedente anno scolastico ha sorpreso la docente. “Mi aspettavo che la scuola sottolineasse la gravità dell’incidente con voti bassi in condotta”, dichiara.

Quando le è stato chiesto cosa avrebbe fatto se fosse rimasta la loro docente, risponde: “Avrei cambiato il mio metodo di insegnamento, personalizzandolo in base alle loro personalità. Questo è parte della mia missione come insegnante”.

La Finatti esprime speranza nel Tribunale dei Minori, ritenendo che i ragazzi non abbiano ancora affrontato adeguate conseguenze. “Hanno solo partecipato a incontri con lo psicologo. La mia denuncia prosegue, perché devono ancora pagare. Spero che il Tribunale dei Minori li faccia riflettere”, conclude la professoressa, sottolineando la sua fermezza nel difendere i suoi diritti.

Leggi anche

Spararono con pallini di gomma alla docente: promossi con 9 in condotta i due studenti. Valditara: “Diseducativo”. Crosetto: “Chiedo scusa all’insegnante”

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri